UAE Tour 2021, Matteo Moschetti: “È stato uno sprint complicato, sembrava di essere in una lavatrice con tutta la confusione che c’era davanti”

© Trek - Segafredo / Mario Stiehl

Buon piazzamento nei primi dieci per Matteo Moschetti nella quarta tappa dell’UAE Tour 2021. Il 24enne della Trek-Segafredo ha infatti chiuso al quinto posto la frazione che si è conclusa con la vittoria di Sam Bennett (Deceuninck-QuicksStep) al termine di una volata abbastanza confusa, senza una squadra che sia riuscita ad imporre il proprio treno per lanciare lo sprint ai vari velocisti. Moschetti, che due settimane fa aveva esordito al Tour de la Provence, ottenendo anche in quell’occasione due piazzamenti nella top ten, non è riuscito ad iniziare la propria volata nelle prime posizioni, ma ha avuto comunque le gambe per riuscire a rimontare fino alla quinta piazza.

“È stato uno sprint molto complicato da gestire – ha spiegato il velocista milanese dopo il traguardo – Negli ultimi chilometri, è stato come essere in una lavatrice con tutto il rimescolamento e la confusione che c’era davanti. La lotta per le posizioni è stata molto serrata”.

“Guardando allo sprint penso di aver fatto del mio meglio – ha proseguito il 24enne – Purtroppo sono partito troppo indietro e non ho trovato lo spazio per rimontare. Se avessi trovato l’apertura giusta negli ultimi metri avrei potuto chiudere la tappa con un risultato ancora migliore. Ho abbastanza gambe e potenza per ottenere qualcosa di più e questo è confortante. Sulla carta, ci sono ancora due opportunità in cui posso giocarmela, e non vedo l’ora di farlo“.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info