© ASO / Alex Broadway

Parigi-Nizza 2019, Bernal: “Non dobbiamo perdere la concentrazione”

Egan Bernal si veste di giallo alla Parigi-Nizza 2019. Lo scalatore colombiano è stato il migliore dei big insieme a Nairo Quintana (Movistar) e le difficoltà del compagno di squadra Michal Kwiatkowski lo hanno proiettato in testa alla classifica generale, che ora guida con 45″ su Philippe Gilbert (Deceuninck-Quick-Step) e 46 sullo stesso Quintana. Il vantaggio sembra rassicurante, ma l’ultima tappa della corsa transalpina ha sempre riservato grandi sorprese, pertanto il giovane talento del Team Sky sa che dovrà tenere massima la concentrazione e controllare tutti i suoi avversari.

“È stato un po’ complicato all’inizio della salita, perché pensavamo di essere in controllo e che sarebbe stato facile ricucire il gap coi fuggitivi – ammette l’ex Androni – Ma con l’avanzare dei chilometri ci siamo accorti che non era così e abbiamo dovuto alzare il ritmo. Michal è stato molto onesto e ci ha detto di non stare molto bene e che quindi potevamo fare la nostra corsa e cercare di salvare la maglia. Non potevamo permettere a Gilbert di prendere la maglia, così siamo andati a tutta fino alla fine, facendo una sorta di cronometro”.

Guai però a sottovalutare la tappa di domani: “Una corsa non è finita finché non si è tagliato il traguardo dell’ultima tappa. L’ultima frazione è sempre complicata e i distacchi non sono così grandi. Quindi anche se sono in una buona posizione, non possiamo perdere la concentrazione“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.