Jumbo-Visma, Primoz Roglic: “Un brutto infortunio, ma ora sono più fresco mentalmente”

Primoz Roglic cerca di guardare il lato positivo dello stop a cui è stato costretto. Fermo dal Giro dei Paesi Baschi in cui è emerso con prepotenza il suo problema al ginocchio, il corridore della Jumbo – Visma ha dovuto saltare le Ardenne e la sua preparazione verso il Tour de France è ancora da definire, ma mentalmente sente che quanto successo potrebbe essere stato un bene, aiutandolo a trovare nuove energie psicologiche. Per lo sloveno un momento difficile quello appena trascorso, dal quale ha tuttavia cercato di trarre il meglio possibile ora che ha ripreso ad allenarsi a pieno regime in vista della seconda parte di stagione.

“Ho lottato con questo problema più a lungo di quanto credevo – spiega a De Telegraaf – Pensavo che dopo qualche giorno di riposo sarebbe passata, ma quando ho ripreso ad allenarmi ho notato che il dolore aumentava. A quel punto ho dovuto prendermi un riposo più lungo, a prescindere da quello che avrei voluto. Penso che le cose nelal vita succedano per un motivo. Non avrei voluto, ma sono stato costretto a fermarmi. Ora, grazie a quel periodo di riposo, sono forse più fresco mentalmente per poter affrontare nuove sfide”.

L’ex campione sloveno ha dato anche qualche dettaglio riguardo il problema: “Era un muscolo dietro il ginocchio che si era infiammato a causa di un uso eccessivo. Ora si è ripreso e speriamo che resti così. In queste ultime due settimane ho potuto andare un po’ di bici, ma soprattutto per vedere se c’erano miglioramenti e quanto il muscolo poteva ancora sopportare in questo momento. Era un brutto infortunio, ma sono felice di potermi allenare pienamente”.

Scegli la tua squadra al Fanta Tour de France! Montepremi minimo di 25.000 euro!
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button