© Sirotti

Giro di Polonia 2018, Teuns pronto a rifarsi: “Sarà battaglia sino a venerdì”

Il muro di Szczyrk non premia Dylan Teuns al Giro di Polonia 2018. Il capitano della BMC si era imposto su questo traguardo dodici mesi fa, ma stavolta ha trovato qualcuno in grado di resistere alla sua accelerazione per poi bruciarlo in volata. Il suo scatto negli ultimi 200 metri ha infatti staccato tutti, ma non Michal Kwiatkowski (Sky), che ne ha tenuto la ruota per poi bruciarlo partendo all’ultima curva. Persa la prima battaglia, il belga comunque sa che la guerra è ancora apertissima, visti anche i distacchi ridotti.

“Ho dovuto aspettare un po’ più rispetto all’anno scorso – analizza il campione uscente, riflettendo sui tempi della sua azione – Forse anche perché sentivo che il livello quest’anno era più alto, anche se le gambe erano buone. Il tempismo è sicuramente importante e ho aspettato un po’ più rispetto all’anno scorso, ma Kwiatkowski è riuscito a superarmi nel finale. Forse sono partito troppo tardi, o forse, al contrario, troppo tardi. Non lo so… Quel che so è che non sono riuscito a ripetermi…”

Consapevole che ora “arrivano tre giornate difficili” e che “fino a venerdì ci sarà battaglia”, ovviamente il corridore della formazione statunitense vede nel polacco il principale rivale per potersi ripetere. “Penso sia lui il grande favorito – ammette – Ha una squadra forte. Sappiamo che sono forti in ogni corsa a tappe, con una squadra che è in grado di controllare la corsa”.

Ma non per questo si parte battuti: “Ci sono ancora tre giorni di corsa – conclude – Tutto è possibile. Vedremo come batterli. Non sono poi l’unico che vuole vincere. Ci sono altri corridori che vorranno provare ad attaccare. Penso che sarà grande battaglia sino alla fine”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.