© Sirotti

Vuelta a España 2019, Fernando Gaviria sofferente: “In queste condizioni vincere è impossibile”

Primo podio per Fernando Gaviria alla Vuelta a España 2019. Dopo la grande delusione nella terza frazione, quando fu staccato in salita senza più riuscire a rientrare, il velocista della UAE Team Emirates stavolta arriva allo sprint finale, confermando comunque le proprie difficoltà. Lontano dalla lotta per il successo di tappa, il colombiano aveva chiuso la tappa in quarta posizione, distanziato piuttosto nettamente anche da Max Walscheid (Team Sunweb), declassato poi dalla giuria. Una conferma delle condizioni ancora precarie del corridore sudamericano, che ora dovrà cercare di superare al meglio le montagne per cercare di potersi giocare nuove possibilità.

“È stato uno sprint inusuale per me, dato che le gambe non mi hanno dato le sensazioni migliori possibili e non sono riuscito di conseguenza a spingere al massimo, limitandomi a seguire gli avversari – ammette Gaviria – Spero di migliorare, anche recuperando dai postumi della caduta, per provare ancora a lottare per un bel risultato”.

Situazione dunque difficile al momento per un corridore che quest’anno continua a fare fatica, costretto al ritiro durante il Giro d’Italia per poi dover rinunciare al Tour de France. Una stagione senza acuti di rilievo che spera ancora di poter riscattare in Spagna, pur consapevole di quanto questo possa essere difficile. “Bisogna continuare a provarci – commentava a caldo subito dopo il traguardo – Non avevo le gambe di una volata normale, in queste condizioni vincere è impossibile. Le sensazioni non sono un granché sinora, speriamo migliorino. Spero che la condizione possa continuare a crescere, speriamo continui così”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.