© Sirotti

Vuelta a España 2018, Herrada in rosso a sorpresa: “Proveremo a difenderla, non abbiamo nulla da perdere”

Jesús Herrada pesca la fuga giusta e conquista la Maglia Rossa al termine della dodicesima tappa della Vuelta a España 2018. Il corridore spagnolo era entrato nel tentativo di giornata con l’obiettivo di vincere la tappa, ma venuta a mancare questa possibilità ha dato tutto per guadagnare più tempo possibile in classifica generale, da difendere nelle prossime tappe. Il capitano della Cofidis ha ora 3’22” di vantaggio su Simon Yates (Mitchelton-Scott) e ancor di più sugli altri favoriti, ma col trittico di tappe che attende i corridori non sarà facile difendere il simbolo del primato dagli attacchi degli scalatori.

È un premio al lavoro fatto in questi anni – ha spiegato Herrada emozionato – Questa è la mia prima Vuelta ed essere riuscito a prendere la Maglia è qualcosa di incredibile. Speravo di poter lottare per la tappa, ma anche così è andata benissimo. Inizialmente non pensavo alla generale, ma col passare dei chilometri ho capito che si poteva fare”.

Ora ci sarà da stringere i denti e provare a difendere la posizione: “La nostra idea è quella di provare a difenderla il più a lungo possibile, anche se non sarà facile. Ce la godremo soffrendo. Non abbiamo nulla da perdere”.

Infine una battuta anche sull’amico-rivale Alejandro Valverde (Movistar), il quale ha ammesso di preferire Herrada in rosso piuttosto che Yates: “Siamo spagnoli, è abbastanza normale che sia così. Inoltre sono stato tanti anni in Movistar e ho corso molto con lui”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.