© LaPresse - D'Alberto / Ferrari

Un Anno Fa…Tirreno-Adriatico 2018, Nibali con il pensiero a Michele: “Per me è stata una grande emozione”

Sperava in qualcosa di meglio Vincenzo Nibali dalla quinta tappa della Tirreno – Adriatico 2018. Non tanto per sé stesso, quanto per poter rendere il giusto omaggio a Michele Scarponi nel giorno dell’arrivo nella sua Filottrano. Il siciliano non è tuttavia nella condizione fisica di potersi giocare il successo contro corridori in questo momento molto più in forma di lui, con una foratura che ha oltretutto complicato una tappa peraltro non ideale per le sue caratteristiche. Venuto alla Corsa dei Due Mari soprattutto per poter disputare questa tappa, lo Squalo dello Stretto era uno degli uomini più attesi nella Tappa dei Muri, memori anche di quanto fece nel 2013 verso Porto Sant’Elpidio, quando vinse la corsa con uno spietato attacco in una giornata da tregenda.

Non sempre l’impresa è possibile, anche se lo si vorrebbe. Lui per primo avrebbe voluto poter fare di più, ma ieri non era giornata. La sua presenza resta comunque un ennesimo segno di affetto verso un compagno e un amico scomparso tragicamente. “Michele era un mio grande amico e avrei voluto poter chiudere davanti a tutti per poterlo salutare, ma non sono ancora al 100% e i miei rivali sono molto forti – commenta Vincenzo – Per me è stata una grande emozione vedere così tante persone a bordostrada e sentire l’affetto che hanno per il gruppo, in particolare per Michele, un vero campione nello sport e nella vita”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.