© Jean-Claude Faucher

Tour de France 2019, Viviani fiducioso in vista della prima volata: “Sappiamo quanto siamo forti”

Elia Viviani arriva al Tour de France 2019 con il morale in crescita. Dopo aver affrontato un Giro d’Italia avaro di soddisfazioni e averlo abbandonato dopo sole undici tappe, l’alfiere della Deceuninck – Quick-Step si è rimesso in gioco al Giro di Svizzera, riuscendo a sbloccarsi vincendo due tappe consecutive che gli hanno permesso di tornare al successo dopo oltre tre mesi di digiuno. Alla vigilia della partenza della corsa francese, il 30enne velocista veronese fa il punto della situazione e delle proprie ambizioni per questa edizione.

“Vogliamo iniziare bene, ma siamo consapevoli che non saremo solo noi a buttarci nella mischia – premette Viviani poco prima della presentazione ufficiale delle squadre – Non so quante opportunità ci saranno per i velocisti nelle tre settimane, ma non è importante. La cosa più importante è iniziare la gara con il piede giusto sabato“.

Sappiamo quanto siamo forti e di cosa è capace il nostro treno – sottolinea – Sono molto felice di avere questi corridori intorno a me, già al Tour de Suisse si è visto con quanta facilità hanno reso la vita più semplice e sono fiducioso di poter essere lì, nel cuore dell’azione, al momento giusto. Quando si parla di volate, non si tratta solo di potenza, ma anche di precisione, e siamo concentrati e focalizzati su quello che dobbiamo fare“.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.