© Tom Stiehl

Tour de France 2019, Greg Van Avermaet vuole indossare di nuovo la Maglia Gialla: “Importante uscire dal Belgio con un buon risultato”

Greg Van Avermaet vuole indossare la maglia gialla del Tour de France 2019. Il campione olimpico sarà il capitano della CCC, come indicato anche dal direttore sportivo del team Fabio Baldato, e raggiunto dai microfoni di Cyclingews ha rivelato di puntare ad indossare la gialla durante la prima settimana di corsa, cosa che aveva già fatto per otto giorni lo scorso anno, sfruttando la cronometro a squadre della seconda tappa. L’obiettivo principale, però, resta quello di una vittoria di tappa, da aggiungere alle due già ottenute in carriera alla Grande Boucle.

Il belga ha esaltato le abilità sue e di una selezione ben costruita per le prove contro il tempo: “La cronosquadre è sempre stata molto importante per noi. È un esercizio stimolante, mi piace farlo. Ci stiamo allenando in quest’esercizio da Dicembre. È il nostro pezzo forte”. L’ex portiere di calcio si è poi soffermato sul suo ruolo all’interno della specialità: “Quest’anno sarà diverso rispetto agli altri. Sono uno degli uomini che restano al coperto, mentre in passato mi toccava prendere vento per i corridori della generale. Non penso che potremo vincere la cronosquadre, ma possiamo giocarci le nostre carte. Spero in una top 5”.

Infine, il vincitore della Parigi-Roubaix 2017 si è soffermato sul percorso della terza tappa, il giorno successivo alla cronosquadre, che sembra particolarmente adatto alle sue caratteristiche. Un buon risultato nel giorno precedente potrebbe essere particolarmente utile anche pensando al giorno successivo, in cui potrebbe iniziare a costruire, se non finalizzare, il suo obiettivo Maglia Gialla, oltre che di successo parziale.

“È simile alle tappe in cui sono andato vicino alla vittoria negli anni precedenti – commenta – Se hai buone gambe, automaticamente ti trovi in testa al gruppo. Sono sempre andato bene con gli arrivi su degli strappi ed è per questo che ho fatto la ricognizione. Mi sono preparato per quella tappa. È all’inizio del Tour, ed è importante uscire dal Belgio con un buon risultato. I primi dieci giorni sono importanti. Se riesci a metterti in tasca qualcosa, poi lo porti con te, ed è importante per la squadra”.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.