© UCI

Tokyo 2020, nessuna frattura per Mathieu van der Poel: “Tornerò”

Nessuna frattura per Mathieu van der Poel a Tokyo 2020. Il corridore neerlandese è caduto nelle prime fasi della prova di cross country conquistata da Tom Pidcock, ed è stato costretto a lasciare la gara a causa del troppo dolore a due giri dal termine dopo aver recuperato oltre venti posizioni (anche se era comunque ormai lontano dalle medaglie). Il corridore dell’Alpecin-Fenix, che ha spiegato di essere caduto perché non sapeva che la pedana presente durante la ricognizione sarebbe stata tolta in gara, è stato trasportato in ospedale per accertamenti, con il timore di fratture nella zona dell’anca.

Secondo quanto riporta Wielerlifts, il classe ’95 fortunatamente non si è procurato nessuna frattura e ora dovrà soltanto sbollire la rabbia e la delusione, prima di far ricominciare la caccia all’oro, come promesso sui social dopo aver fatto i complimenti a Pidcock: “Non so cosa dire, ma tornerò”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da MVDP (@mathieuvanderpoel)

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.