© ASO / Fabien Boukla

Parigi-Nizza 2021, Sam Bennett domina la prima volata! Battuti Démare e Pedersen

Sam Bennett domina la scena nel primo sprint della Parigi – Nizza 2021. Il velocista irlandese spunta la momento giusto per conquistare nettamente la frazione di apertura della Corsa del Sole, andando così anche ad indossare la maglia di leader. Partendo dalla ruota di Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe), il capitano della Deceuninck – QuickStep sceglie l’attimo giusto per lanciare il suo sprint e tagliare nettamente il traguardo per primo superando a braccia alzate Arnaud Démare (Groupama-FDJ), disturbato da una caduta nel finale, e Mads Pedersen (Trek-Segafredo).

Il chilometro zero vede molti corridori provare ad andare all’attacco, ma l’alta velocità in gruppo non permette a nessuno di avvantaggiarsi. Dopo una quindicina di chilometri, Fabien Doubey (Total Direct Energie) riesce finalmente a prendere una decina di secondi di margine, vantaggio che in breve tempo aumenta notevolmente, dato che il gruppo si rialza. Dopo quaranta chilometri percorsi, il ritardo del plotone raggiunge così i 5’25”, massimo vantaggio concesso al solitario fuggitivo. La corsa rimane in questo modo bloccata per diverso tempo, con il gruppo che inizia pian piano ad erodere il margine del francese grazie al lavoro di un uomo della Deceuninck – QuickStep e di uno della Trek – Segafredo. Il corridore della Total Direct Energie prosegue invece la sua avventura solitaria ad andatura regolare e, al termine del primo dei due giri di un’ottantina di chilometri, il suo vantaggio è ancora attorno ai tre minuti e mezzo. Entrati negli ultimi 75 chilometri, il plotone aumenta però l’intensità dell’inseguimento e, nel giro di breve tempo, si porta a soli 1’15” dalla testa della gara.

Con il fuggitivo tornato in vista, Philippe Gilbert (Lotto Soudal) decide così di scattare, portandosi dietro il compagno di squadra Stefano Oldani, Anthony Perez (Cofidis) e Christopher Lawless (Total Direct Energie), riuscendo nel giro di poco a rientrare su Doubey. Lawless paga però lo sforzo e, subito dopo, si stacca, venendo riassorbito dal plotone, che ha un ritardo di circa 30 secondi dai quattro attaccanti a 45 chilometri dall’arrivo. Sulla salita del Côte de Senlisse finisce a terra Richie Porte (Ineos Grenadiers), caduto insieme a Connor Swift (Arkea-Samsic) e apparso subito molto dolorante, tanto da richiedere l’intervento del medico di corsa. Fabien Doubey passa intanto per primo sul GPM conquistando i punti che gli consentono di indossare alla fine di questa tappa la maglia di miglior scalatore, vincendo anche il premio di supercombattivo del giorno.

Mentre ci si appresta ad affrontare l’ultimo GPM di giornata, la Côte de Meridon, si conclude l’azione dei fuggitivi, che vengono riassorbiti dal gruppo. Proprio mentre si entra negli ultimi 25 chilometri prova ad attaccare Kobe Goossens (Lotto Soudal), che riesce a guadagnare al massimo una ventina di secondi prima di venir ripreso dal gruppo, quando mancano 18 chilometri al traguardo. Nel frattempo si porta in testa al plotone la Deceuninck – QuickStep, con la bagarre che aumenta in vista del traguardo volante, conquistato da Michael Matthews (Team BikeExchange). Si registrano nel frattempo diversi scatti, che fanno avvantaggiare sette corridori: si tratta di Søren Kragh Andersen (Team DSM), Edward Theuns (Trek-Segafredo), Mattia Cattaneo (Deceuninck-QuickStep) David De La Cruz (UAE Team Emirates) Pierre Latour (Total Direct Energie) Cyril Gautier (B&B Hotels-Vital Concept) e Kristian Sbaragli (Alpecin-Fenix).

Questi corridori vengono però ripresi nel momento in cui si entra negli ultimi 10 chilometri di corsa. Nel frattempo giunge anche la notizia del ritiro di Richie Porte, apparso molto dolorante dopo la caduta. Le squadre dei velocisti, dunque, cominciano a preparare i loro treni in vista della volata finale, con la Groupama – FDJ che prende in testa l’ultimo chilometro, dentro il quale c’è grande bagarre. È la Bora – hansgrohe, però, a lanciare la volata per Pascal Ackermann, che parte un po’ troppo in anticipo considerando la leggera salita dell’arrivo e, per questo motivo, viene superato nettamente da Sam Bennett (Deceuninck-QuickStep), che taglia il traguardo a braccia alzate.

Risultato Prima Tappa Parigi – Nizza 2021

Classifica Parigi – Nizza 2021

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.