© LaPresse

Gran Piemonte 2019, Egan Bernal conquista Oropa! Doppietta Ineos con Ivan Sosa

Egan Bernal domina la Gran Piemonte 2019. Il capitano della Ineos finalizza il grande lavoro dei compagni con una rasoiata negli ultimi due chilometri, staccando di ruota tutti i rivali, stremati dal lavoro precedente della corazzata britannica. Un assolo finale quello del colombiano, metro dopo metro guadagna secondi pesanti verso il traguardo, potendo festeggiare con ampio anticipo davanti al santuario di Oropa. Alle sue spalle è Ivan Sosa, il suo ultimo uomo, a regolare gli inseguitori, conquistando un bel secondo posto davanti a Nans Peters (Ag2r La Mondiale), ultimo ad arrendersi all’accelerazione di Bernal. Primo degli italiani è Davide Villella (Astana), settimo, davanti a Giovanni Visconti (Neri-Selle Italia-KTM), il cui piazzamento dunque non basta per impedire alla Androni – Sidermec di conquistare il suo terzo successo consecutivo nella Ciclismo Cup 2019.

Con condizioni climatiche ideali per questa stagione, temperatura mite e senza vento, la corsa parte subito aggressiva con numerosi scatti. Primo a muoversi è Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida), seguito da Serghei Shilov (Gazprom-Rusvelo). Al loro inseguimento si lanciano subito Lorenzo Rota (Bardiani-CSF), Filippo Zaccanti (Nippo-Fantini-Faizanè) e Amael Moinard (Arkéa-Samsic), ma il gruppo non concede spazio a nessuno e nello spazio di cinque chilometri chiude su tutti. Nuovi attacchi vengono respinti fino a superare il decimo chilometro di corsa, quando a partire sono Mattia Bais (Androni-Sidermec), Francesco Romano (Bardiani-CSF), Stéphane Rossetto (Cofidis), Carlos Barbero (Movistar), Elie Gesbert (Arkéa-Samsic) ed Enrico Battaglin (Katusha-Alpecin).

Questa volta non c’è reazione e i pochi secondi iniziali si trasformano rapidamente in minuti, malgrado un tentativo iniziale di Neri – Selle Italia – KTM e Gazprom – Rusvelo di organizzare un inseguimento. Una volta che il margine sale a cinque minuti, dopo appena trenta chilometri di corsa, arrivano in testa al gruppo gli uomini della Ineos, che iniziano a fermare l’emorragia cronometrica. A quel punto tornano davanti anche gli uomini della Neri – Selle Italia – KTM, andando a loro volta ad imprimere un ritmo importante.

Il distacco inizia così a calare drasticamente e dopo cinquanta chilometri di corsa è ridotto a tre minuti, stabilizzandosi fino al chilometro 110, quando Neri e Ineos accelerano di nuovo bruscamente. Poco prima, la zona di rifornimento fisso aveva visto il ritiro di diversi big: tra i quali Richard Carapaz (Movistar), Warren Barguil (Arkéa-Samsic), Rafal Majka e Davide Formolo (Bora-hansgrohe). Il forcing delle due formazioni continua a togliere speranze agli attaccanti, che a 50 chilometri dalla conclusione hanno ormai meno di 90 secondi da gestire sul gruppo, in forte rimonta.

La situazione resta stabile per qualche chilometro, ma appena inizia la salita della Nelva il gruppo accelera ulteriormente anche grazie all’impulso della UAE Team Emirates. A quel punto tra i fuggitivi provano ad allungare Bais e Rossetto, con il Team Ineos che riprende a scandire il ritmo in testa andando a riprendere tutti gli altri componenti della fuga. Il grande forcing da parte di Jonathan Castroviejo fa sfilacciare sempre più un gruppo dal quale si staccano diversi corridori. In testa Rossetto decide invece di andarsene da solo, mentre Bais viene ripreso.

Il francese inizia la discesa con pochi secondi di vantaggio e, non appena la strada ricomincia a salire, viene ripreso a 25 chilometri dall’arrivo. A quel punto arriva anche Salvatore Puccio a tirare il gruppo principale, ormai ridotto a circa un’ottantina di corridori. Quando inizia la discesa verso Biella, nelle prime posizioni del gruppo arriva anche la Astana, ma poco prima dell’inizio della salita di Oropa inizia l’assolo del Team Ineos, con diversi corridori che perdono subito contatto dal gruppo principale.

Entrando nei cinque chilometri conclusivi è Mathias Frank (Ag2r La Mondiale) ad aprire le ostilità, con la reazione immediata di Diego Rosa (Ineos) che alza ulteriormente l’andatura in gruppo, andando rapidamente a riprendere il corridore elvetico. A 3500 metri dal traguardo è Ivan Sosa a sostituire Rosa alla testa del gruppo, ormai ridotto ad una quindicina di unità, tutte in fila indiana fino a spezzarsi, lasciando alla ruota del colombiano solamente Egan Bernal (Ineos), Mathias Frank, Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Emanuel Buchmann (Bora-hansgrohe), Daniel Martin (UAE Team Emirates) e Davide Villella (Astana), che perde contatto entrando nei due chilometri conclusivi, imitato poco dopo da Frank e Martin.

Quando ormai son praticamente tutti staccati, a 1800 metri dal traguardo Egan Bernal rompe gli indugi e si lancia verso il traguardo, con Sosa che si mette a ruota dei rivali che provano come possono ad inseguire il vincitore del Tour de France. Il vantaggio all’ultimo chilometro è di 15 secondi, che sembrano aumentare metro dopo metro.

Risultato Gran Piemonte 2019

1 BERNAL GOMEZ Egan Arley INS 4h 24’ 16” 0’ 00”
2 SOSA CUERVO Ivan Ramiro INS 4h 24’ 22” 0’ 06”
3 PETERS Nans ALM 4h 24’ 24” 0’ 08”
4 BUCHMANN Emanuel BOH 4h 24’ 26” 0’ 10”
5 MARTIN Daniel UAD 4h 24’ 27” 0’ 11”
6 FRANK Mathias ALM 4h 24’ 56” 0’ 40”
7 VILLELLA Davide AST 4h 25’ 02” 0’ 46”
8 VISCONTI Giovanni NSK 4h 25’ 03” 0’ 47”
9 CHAMPOUSSIN Clément ALM 4h 25’ 03” 0’ 47”
10 VERONA QUINTANILLA Carlos MOV 4h 25’ 05” 0’ 49”
11 MEINTJES Louis TDD 4h 25’ 08” 0’ 52”
12 EDET Nicolas COF 4h 25’ 16” 1’ 00”
13 IZAGIRRE INSAUSTI Gorka AST 4h 25’ 22” 1’ 06”
14 CARTHY Hugh John EF1 4h 25’ 24” 1’ 08”
15 CHERKASOV Nikolai GAZ 4h 25’ 28” 1’ 12”
16 EARLE Nathan ICA 4h 25’ 28” 1’ 12”
17 GHEBREIGZABHIER WERKILUL Ama TDD 4h 25’ 28” 1’ 12”
18 GAROSIO Andrea TBM 4h 25’ 33” 1’ 17”
19 HERRADA Jose COF 4h 25’ 36” 1’ 20”
20 ZEITS Andrey AST 4h 25’ 36” 1’ 20”
21 POLANC Jan UAD 4h 26’ 06” 1’ 50”
22 VLASOV Aleksandr GAZ 4h 26’ 11” 1’ 55”
23 MÄDER Gino TDD 4h 26’ 19” 2’ 03”
24 FERNANDEZ Ruben MOV 4h 26’ 33” 2’ 17”
25 MASNADA Fausto ANS 4h 26’ 35” 2’ 19”
26 ROSA Diego INS 4h 26’ 35” 2’ 19”
27 CHEVRIER Clément ALM 4h 26’ 35” 2’ 19”
28 KONRAD Patrick BOH 4h 26’ 39” 2’ 23”
29 RAVANELLI Simone ANS 4h 26’ 44” 2’ 28”
30 RIVERA SERRANO Kevin ANS 4h 26’ 44” 2’ 28”
31 DUPONT Hubert ALM 4h 26’ 49” 2’ 33”
32 VENDRAME Andrea ANS 4h 27’ 01” 2’ 45”
33 ROLLAND Pierre VCB 4h 27’ 22” 3’ 06”
34 GREGAARD WILSLY Jonas AST 4h 27’ 24” 3’ 08”
35 BONGIORNO Francesco Manuel NSK 4h 27’ 30” 3’ 14”
36 PERNSTEINER Hermann TBM 4h 27’ 33” 3’ 17”
37 GAUTIER Cyril VCB 4h 27’ 38” 3’ 22”
38 FLOREZ LOPEZ Miguel Eduardo ANS 4h 28’ 09” 3’ 53”
39 HANSEN Jesper COF 4h 28’ 12” 3’ 56”
40 BOARO Manuele AST 4h 28’ 47” 4’ 31”
41 SBARAGLI Kristian ICA 4h 28’ 47” 4’ 31”
42 MATE MARDONES Luis Angel COF 4h 28’ 47” 4’ 31”
43 PRADES REVERTER Eduard MOV 4h 28’ 57” 4’ 41”
44 SCHÖNBERGER Sebastian NSK 4h 28’ 57” 4’ 41”
45 ROTA Lorenzo BRD 4h 28’ 58” 4’ 42”
46 MAISON Jérémy PCB 4h 29’ 01” 4’ 45”
47 RYBALKIN Aleksei GAZ 4h 29’ 01” 4’ 45”
48 BROWN Nathan EF1 4h 29’ 08” 4’ 52”
49 SHILOV Sergei GAZ 4h 29’ 08” 4’ 52”
50 PUCCIO Salvatore INS 4h 29’ 18” 5’ 02”
51 HANNINEN Jaakko ALM 4h 31’ 37” 7’ 21”
52 BENEDETTI Cesare BOH 4h 31’ 45” 7’ 29”
53 GABBURO Davide NSK 4h 31’ 45” 7’ 29”
54 CRAS Steff TKA 4h 31’ 53” 7’ 37”
55 NAKANE Hideto NIP 4h 33’ 13” 8’ 57”
56 GOLDSTEIN Omer ICA 4h 34’ 45” 10’ 29”
57 ROSSETTO Stéphane COF 4h 34’ 51” 10’ 35”
58 AVILA VANEGAS Edwin Alcibiad ICA 4h 34’ 58” 10’ 42”
59 DOLEATTO Aurélien PCB 4h 34’ 58” 10’ 42”
60 ANDEMESKEL Awet ICA 4h 34’ 58” 10’ 42”
61 BAIS Mattia ANS 4h 35’ 16” 11’ 00”
62 BERHANE Natnael COF 4h 35’ 16” 11’ 00”
63 MUÑOZ GIRALDO Daniel ANS 4h 35’ 16” 11’ 00”
64 NAVARRO GARCIA Daniel TKA 4h 35’ 16” 11’ 00”
65 PACHER Quentin VCB 4h 35’ 23” 11’ 07”
66 COVILI Luca BRD 4h 35’ 38” 11’ 22”
67 BALLERINI Davide AST 4h 36’ 05” 11’ 49”
68 BARBERO Carlos MOV 4h 36’ 30” 12’ 14”
69 PEREZ Anthony COF 4h 36’ 30” 12’ 14”
70 CASTROVIEJO Jonathan INS 4h 36’ 30” 12’ 14”
71 CHEVALIER Maxime VCB 4h 36’ 30” 12’ 14”
72 MOSCON Gianni INS 4h 37’ 05” 12’ 49”
73 DOCKER Mitchell EF1 4h 37’ 26” 13’ 10”
74 SUTHERLAND Rory UAD 4h 37’ 26” 13’ 10”
75 BIZHIGITOV Zhandos AST 4h 37’ 26” 13’ 10”
76 SÜTTERLIN Jasha MOV 4h 38’ 52” 14’ 36”
77 CARBONI Giovanni BRD 4h 40’ 34” 16’ 18”
78 MÜLLER Patrick VCB 4h 41’ 18” 17’ 02”
79 COURTEILLE Arnaud VCB 4h 41’ 18” 17’ 02”
80 BENNETT Sean EF1 4h 42’ 27” 18’ 11”
81 MORTON Lachlan EF1 4h 42’ 27” 18’ 11”
82 ROMANO Francesco BRD 4h 42’ 27” 18’ 11”
83 ZAKARIN Ilnur TKA 4h 43’ 20” 19’ 04”
84 NYCH Artem GAZ 4h 43’ 20” 19’ 04”
85 KULIKOV Vladislav GAZ 4h 43’ 20” 19’ 04”
86 VENTER Jaco TDD 4h 45’ 42” 21’ 26”
87 BOLE Grega TBM 4h 45’ 42” 21’ 26”
88 PIBERNIK Luka TBM 4h 48’ 04” 23’ 48”
89 COLBRELLI Sonny TBM 4h 48’ 04” 23’ 48”
90 BATTAGLIN Enrico TKA 4h 48’ 04” 23’ 48”
91 CANOLA Marco NIP 4h 48’ 04” 23’ 48”
92 RIABUSHENKO Aleksandr UAD 4h 48’ 04” 23’ 48”
93 GONZÁLEZ Roberto NSK 4h 48’ 04” 23’ 48”
94 PADUN Mark TBM 4h 48’ 04” 23’ 48”
95 BOU COMPANY Joan NIP 4h 48’ 04” 23’ 48”
96 FABBRO Matteo TKA 4h 48’ 04” 23’ 48”
97 ORSINI Umberto BRD 4h 48’ 04” 23’ 48”
98 GANNA Filippo INS 4h 51’ 06” 26’ 50”
99 TROIA Oliviero UAD 4h 51’ 06” 26’ 50”
100 SAVINI Daniel BRD 4h 51’ 06” 26’ 50”
101 ZACCANTI Filippo NIP 4h 51’ 06” 26’ 50”
102 KOCHETKOV Pavel TKA 4h 51’ 06” 26’ 50”
103 OLIVEIRA Ivo UAD 4h 51’ 06” 26’ 50”
104 WALLS Matthew EF1 4h 51’ 06” 26’ 50”
105 MARENGO Umberto NSK 4h 51’ 06” 26’ 50”
106 KOBERNYAK Evgeny GAZ 4h 51’ 22” 27’ 06”
107 CAM Maxime VCB 4h 54’ 09” 29’ 53”
108 ACOSTA OSPINA Ruben Dario NIP 4h 56’ 24” 32’ 08”
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.