Giro di Turchia 2022, colpo doppio di Patrick Bevin!

Zampata di Patrick Bevin nella settima tappa del Giro di Turchia 2022. Fuoriuscito a 30 chilometri dalla conclusione assieme a Jay Vine (Alpecin-Fenix) e Nicolas Edet (Arkea-Samsic), il corridore della Israel-Premier Tech è riuscito a cogliere il momento giusto all’interno dell’ultimo chilometro, staccando i due compagni di avventura e andando a conquistare la settima vittoria della sua carriera (la prima dopo tre anni) davanti all’australiano e al francese, rispettivamente secondo e terzo. Il leader della generale Eduardo Sepulveda (Drone Hopper-Androni Giocattoli) è invece arrivato al traguardo con gli altri uomini di classifica con un ritardo di una quarantina di secondi, ed è dunque costretto a cedere la maglia al 31enne neozelandese, che ora guida con 20″ su Vine e 40″ sullo stesso Sepulveda.

Pronti via e subito iniziano gli attacchi per cercare di portar via la fuga di giornata. Prima ci provano in otto, tra i quali c’è anche Alessandro Fancellu (Eolo-Kometa), ma il gruppo non lascia andare. Dopo 15 chilometri dal via ci riprovano dunque in quattro, con il plotone che stavolta non risponde e lascia andare. Sono Syver Wærsted (Uno-X Pro Cycling), Nicholas Zukowsky (Human Powered Health), Feritcan Samli (Spor Toto) e Abram Stockman (Saris Rouvy Sauerland Team) a comporre il tentativo, che in breve va a guadagnare 2′ sul gruppo e 30″ su Peter Kusztor (Team Novo Nordisk), che per qualche chilometro prova a riportarsi sui battistrada prima di arrendersi.

Dopo 40 chilometri dalla partenza, il margine dei fuggitivi tocca il vantaggio massimo, 4’30”, iniziando a diminuire con l’inizio delle prime difficoltà di giornata. Dopo la prima salita, non valida come GPM, il gap tra i quattro attaccanti e gli inseguitori scende infatti a 3’20”, ma è con l’ascesa seguente che il plotone accelera nettamente, portandosi a 1’30” dalla testa della corsa. Lungo la discesa successiva, il gruppo si avvicina ulteriormente, andando infine a riprendere i battistrada a 32 chilometri dalla conclusione, poco prima dell’inizio del secondo e ultimo GPM. Cominciata la salita, sono Jay Vine (Alpecin-Fenix), Patrick Bevin (Israel-Premier Tech) e Nicolas Edet (Cofidis) ad accelerare e a prendere un po’ di margine, mentre il leader della classifica Eduardo Sepulveda (Drone Hopper-Androni Sidermec) non riesce a rispondere, scollinando assieme a una ventina di corridori con un ritardo che sfiora i 40″.

Con l’aiuto del compagno di squadra Luca Chirico, l’argentino riesce inizialmente a contenere i danni, ma in seguito fatica a trovare collaborazione, con il solo Team BikeExchange-Jayco a mettere a disposizione un uomo per contribuire all’inseguimento. Avvicinandosi all’arrivo, il ritardo sale quindi leggermente nonostante davanti Vine decida di non dare più cambi, con il terzetto di testa che si presenta all’ultimo chilometro con un margine di circa 45″. A quel punto, Edet prova a sorprendere gli altri due, ma Vine va a chiudere su di lui; subito, però parte Bevin, che riesce a prendere un po’ di vantaggio e a tagliare il traguardo a braccia alzate davanti all’australiano e al transalpino, mentre dietro la prima parte del gruppo, che chiude a 41″ dal vincitore, viene regolata da Jasper Philipsen (Alpecin-Fenix).

Risultato Tappa 7 Giro di Turchia 2022

Classifica Generale Giro di Turchia 2022

Scegli la tua squadra al Fanta Tour de France! Montepremi minimo di 25.000 euro!
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button