Etoile de Bessèges 2022, Tobias Halland Johannessen conquista la quarta tappa – Terzo posto per Antonio Tiberi

Tobias Halland Johannessen si prende la quarta frazione dell’Etoile de Bessegès 2022. Il 22enne della Uno-X Pro Cycling, già terzo nella tappa di ieri, si è imposto sull’arrivo in salita di Mont Bouquet davanti a Jay Vine (Alpecin-Fenix), Antonio Tiberi (Trek-Segafredo) e Clement Champoussin (Ag2r Citroen), tutti corridori che sono riusciti ad avvantaggiarsi nel finale. Terminano nei dieci anche Diego Ulissi (UAE Team Emirates), Alessandro Verre (Arkea-Samsic) e Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost), che chiude appena davanti al leader della classifica Benjamin Thomas (Cofidis). Il francese riesce comunque a mantenere il simbolo del primato alla vigilia della cronometro conclusiva, conservando 7″ di vantaggio su Bettiol e 8″ su Johannessen.

Dopo circa cinque chilometri dal via ufficiale, vanno all’attacco Flavien Maurelet (St Michel-Auber 93), Samuel Leroux (Go Sport-Roubaix Lille Métropole), Joel Suter (UAE Team Emirates), Georg Zimmermann (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux ) e Alexis Gougeard (B&B Hotels-KTM), che riescono a prendere un margine di 30″ sul plotone prima di venir raggiunti da Antoine Raugel (Ag2r Citroën), Tony Gallopin (Trek-Segafredo) ed Emmanuel Morin (Team U Nantes Atlantique). Rimasta fuori dal tentativo, la Bingoal Pauwels Sauces WB si porta in testa al gruppo per provare ad riavvicinarsi agli otto battistrada e inserire un suo uomo in fuga, ma la squadra belga presto desiste e il margine degli attaccanti sale velocemente sopra i due minuti.

Chiusa la prima ora di gara e poco dopo aver superato il cartello che indica 100 chilometri al traguardo, i fuggitivi arrivano a toccare quello che per loro sarà il vantaggio massimo della giornata, 2’50”. Nel tratto seguente, infatti, il plotone si avvicina pian piano agli otto uomini al comando grazie al lavoro di diverse squadre, entrando negli ultimi 50 chilometri con un ritardo di 1’30”. Con il gap appena sopra al minuto Zimmermann decide quindi di muoversi sulla Côte des Concluses, ai -37 dall’arrivo; al tedesco riescono ad agganciarsi solamente Suter, Gougeard e Gallopin, anche se quest’ultimo perde contatto in fretta, venendo ripreso dal gruppo assieme agli altri ex fuggitivi.

I tre attaccanti rimasti scollinano con 55″ di margine sul gruppo, mantenendone 30″ una volta entrati negli ultimi dieci chilometri, quando però Gougeard alza bandiera bianca facendosi riassorbire dal plotone, ormai vicinissimo. Suter e Zimmermann, invece, resistono ancora per qualche chilometro, ma a 5000 metri dall’arrivo il gruppo torna compatto. Poco dopo, ha inizio la salita conclusiva di Mont Bouquet, presa di petto dalla Ineos Grenadiers; la squadra britannica, tuttavia, cede presto il posto alla Cofidis, che cerca di imporre un ritmo regolare per il leader Benjamin Thomas.

A due chilometri dall’arrivo, però, accelera Jay Vine (Alpecin-Fenix), seguito da Tobias Halland Johannessen (Uno-X Pro Cycling) e da Antonio Tiberi (Trek-Segafredo), che inizialmente fatica a reggere il ritmo degli altri due. L’azzurro, tuttavia, si gestisce e riesce a rimanere a pochi metri dal norvegese e dall’australiano, rientrando in prossimità dell’ultimo chilometro, quando da dietro accelera Clement Champoussin (Ag2r Citroen). Il francese rinviene velocemente sul terzetto, ma Johannessen inizia la volata a circa 175 metri dall’arrivo, riuscendo a rimanere in testa fino alla fine e conquistando la sua prima vittoria stagionale.

Risultato Tappa 4 Etoile de Bessèges 2022

Classifica Generale Etoile de Bessèges 2022

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio