Presentazione Percorso e Favoriti Surf Coast Classic 2024

La trasferta Australiana di inizio stagione prevede quest’anno un appuntamento in più, la Surf Coast Classic 2024. Calendarizzata per giovedì 25 gennaio, a metà della settimana che separa Tour Down Under e Cadel Evans Road Race, la gara torna a disputarsi con nuovo nome e nuovo percorso a quattro anni di distanza dall’ultima (e unica) edizione svoltasi, quella del 2020, quando l’allora Race Torquay fu conquistata in volata da Sam Bennett. Con un tracciato non eccessivamente impegnativo, tutto fa pensare anche questa volta a un arrivo allo sprint, tuttavia la presenza di alcuni saliscendi nella prima parte la presenza al via di sole 13 squadre (le stesse che poi domenica correranno la Cadel Evans Road Race) potrebbe rendere più complicato controllare la corsa e regalare quindi qualche sorpresa.

ORARIO DI PARTENZA: 11:00 (01:00 ora italiana)
ORARIO DI ARRIVO PREVISTO: 14:45 (04:45 ora italiana)
HASHTAG UFFICIALE: #SurfCoastClassic

Albo d’Oro Surf Coast Classic 2024

2021-2023 Non disputata
2020 BENNETT Sam

Percorso Surf Coast Classic 2024

Lorne – Torquay (155 km)

Si partirà da Lorne, sulla costa, ma sin dal via la strada punterà verso l’interno e verso l’alto, salendo per una decina di chilometri con pendenze non eccessive. Questo tratto iniziale costituirà la principale asperità di giornata ed è proprio qui che potrebbe nascere la possibile fuga, mentre in seguito il tracciato si farà più semplice, pur rimanendo piuttosto ondulato per i primi 100 chilometri. Tornando verso la costa e avvicinandosi al traguardo di Torquay, invece, la strada sarà maggiormente pianeggiante, anche se nel finale sarà presente qualche breve saliscendi che qualche corridore potrebbe utilizzare per tentare un’azione e provare ad evitare la volata finale, sfruttando anche la presenza di alcune curve e cambi di direzione negli ultimi chilometri.

Favoriti Surf Coast Classic 2024

Clicca qui per la startlist

Lo scenario più probabile per questa corsa sembra essere quello di un arrivo allo sprint, tuttavia, vista la presenza al via di sole 13 squadre e meno di 100 corridori, non è da escludere che una fuga ben organizzata e comprendente le formazioni principali possa riuscire ad anticipare il gruppo. In caso di volata, comunque, uno dei principali favoriti è probabilmente Caleb Ewan (Team Jayco AlUla), che dopo essersi imposto nel criterium dei campionati australiani non è riuscito a lasciare il segno al Tour Down Under, affaticato da alcuni problemi di salute. A supporto, il 29enne potrà contare sui veloci Campbell Stewart e Blake Quick, mentre Kelland O’Brien e Luke Plapp potrebbero provare a muoversi dalla distanza, anche se per il secondo bisognerà valutare le condizioni dopo la caduta e il ritiro di settimana scorsa.

Tra i rivali più accreditati dell’australiano ci sono sicuramente due sprinter come Biniam Girmay (Intermarché-Wanty), che ha già mostrato una buona condizione cogliendo due podi di tappa e altre due top-10 al Tour Down Under, ed Elia Viviani (Ineos Grenadiers), che è invece stato secondo nella terza frazione. Anche qui, per entrambe le squadre, non mancheranno le alternative se a giocarsi il successo sarà un drappello ristretto, con la formazione belga che potrà fare risultato anche con Georg Zimmermann, Dion Smith o Madis Mihkels, e quella britannica che potrà giocarsi le carte Filippo Ganna e, soprattutto, Jhonatan Narvaez, apparso piuttosto pimpante in queste prime uscite stagionali.

Altre ruote veloci che possono puntare al successo sono poi il neozelandese Corbin Strong (Israel-Premier Tech) e il britannico Daniel McLay (Arkéa-B&B Hotels), anche loro sul podio di giornata al Down Under, oltre al tedesco Max Kanter (Astana Qazaqstan), spesso piazzato ma ancora a caccia del suo primo successo tra i professionisti. Partono invece probabilmente un gradino dietro sprinter quali Emils Liepins (Team dsm-fimenich PostNL) o i giovani Milan Fretin (Cofidis) e Laurence Pithie (Groupama-FDJ), che comunque sono già stati in grado di cogliere qualche piazzamento negli scorsi giorni e possono sicuramente ambire a entrare nella top-10.

Non mancano però coloro che possono provare a scombinare i piani dei velocisti con attacchi dalla lunga o media distanza. Tra le squadre che non hanno un uomo veloce e che potrebbero quindi provare ad anticipare ci sono Lidl-Trek e EF Education-EasyPost, con la prima che punterà probabilmente su Natnael Tesfatsion, Mathias Vacek e Quinn Simmons e la seconda su Owain Doull, Harry Sweeny e Stefan De Bod. Attenzione poi a quegli uomini che si sono già messi in luce la scorsa settimana, come il nuovo re di Willunga Hill Oscar Onley (Team dsm-firmenich PostNL) e il vincitore finale del Down Under Stephen Williams, portacolori di una Israel-Premier Tech che avrà anche Simon Clarke e Derek Gee come potenziali carte da giocarsi.

Altri corridori che possono tentare qualcosa da lontano sono infine Piet Allegaert (Cofidis), Patrick Bevin (Team dsm-firmenich PostNL), Louis Barré (Arkéa-B&B Hotels) e il quartetto italiano dell’Astana Qazaqstan composto da Samuele Battistella, Christian Scaroni, Michele Gazzoli e Gianmarco Garofoli, tutti dotati di un buono spunto veloce che potrebbe consentire loro di giocarsi la vittoria in un drappello ristretto.

Borsino dei Favoriti Surf Coast Classic 2024

***** Caleb Ewan
**** Biniam Girmay, Elia Viviani
*** Max Kanter, Daniel McLay, Corbin Strong
** Milan Fretin, Emils Liepins, Jhonatan Narvaez, Laurence Pithie
* Simon Clarke, Oscar Onley, Natnael Tesfatsion, Stephen Williams, Georg Zimmermann

Meteo Previsto Surf Coast Classic 2024

Nuvoloso. Possibilità di precipitazioni: 0%. Umidità: 57%. Vento direzione N fino a 8 km/h. Temperatura prevista: minima 19°, massima 23°.

Altimetria e Planimetria Surf Coast Classic 2024

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio