© ASO

Parigi-Nizza 2017, presentazione tappa 4: Beaujeu – Mont Brouilly (cronometro individuale)

Capitani allo scoperto nella quarta tappa della Parigi – Nizza 2017. Le prime due tappe, tra ventagli e maltempo, hanno creato una scrematura significativa in classifica generale, ma ora si inizierà a far sul serio. In programma 14,5 chilometri da Beaujeu a Mont Brouilly, in una cronometro individuale tutt’altro che facile da interpretare. Il chilometraggio è limitato, tuttavia la conformazione altimetrica del percorso potrebbe creare non pochi problemi ai corridori. Gli ultimi 3 chilometri sono infatti in salita, con una pendenza media del 7,7% e i 1000 metri finali non scenderanno mai sotto il 9%. Chi ha speso troppo rischia di pagare dazio e perdere terreno prezioso nei confronti degli avversari. Gli specialisti potranno dir la loro, ma qualche passista scalatore avrà modo di inserirsi nella lotta per il successo. 

ORARIO DI PARTENZA PRIMO CORRIDORE: 13:25 

ORARIO DI PARTENZA ULTIMO CORRIDORE: 16:10

I FAVORITI

Quando in gara c’è Tony Martin (Katusha – Alpecin) non si può che annoverarlo tra i favoriti. Non sarà facile, viste le caratteristiche del percorso, tuttavia il tedesco ha la classe e il potenziale per potersela giocare fino all’ultimo. Il principale antagonista potrebbe essere un Richie Porte (BMC) furioso per aver compromesso le sue chance di classifica. Con la tripletta divenuta utopia, l’australiano potrebbe comunque provare a riscattare la sua Parigi-Nizza con delle belle prove parziali. Attenzione ai fratelli Ion e Gorka Izagirre che, seppur divisi tra Bahrain – Merida e Movistar, potrebbero dir la loro nella lotta per il successo. In ottica classifica sarà importante la prestazione di Alberto Contador (Trek – Segafredo) che potrebbe esaltarsi su un percorso non per specialisti, così come Tony Gallopin (Lotto Soudal) in lotta per un posto sul podio. Chiamato ad una prestazione importante Ilnur Zakarin (Katusha – Alpecin), così come Julian Alaphilippe (QuickStep Floors) che in carriera è riuscito a fare buone cose contro il tempo. 

MAGGIORI INSIDIE

Come specificato in apertura, lo strappo finale potrebbe creare seri problemi a coloro che hanno speso troppo nella prima parte. Un buon tempo dopo 11 chilometri potrebbe non essere sufficiente per un buon risultato finale. 

METEO PREVISTO

Pioggia con possibilità del 40%, umidità relativa 74%, vento 10 km/h, temperature max 11°C e min 4° C

MATERIALE TECNICO

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.