© Sirotti

Settimana Coppi e Bartali 2018, svelato il percorso (Altimetrie e Planimetrie)

Annunciato il percorso della Settimana Coppi e Bartali 2018. In programma dal 22 al 25 marzo, la breve corsa a tappe organizzata dal GS Emilia nelle scorse settimane aveva annunciato le 25 squadre al via, confermandosi una corsa capace di suscitare grandi interessi anche in squadre di prima fascia. Ieri invece la presentazione ufficiale della prossima edizione, che sarà anche valida come prima prova del Challenge Emilia Romagna Beghelli e come terza della Ciclismo Cup 2018. Il tracciato della prossima edizione si conferma secondo uno schema ormai abbastanza comune, seppure con delle novità interessanti, nel segno di un rinnovamento lanciato negli ultimi anni.

La frazione d’apertura sarà divisa in tre parti: la prima che, dopo la partenza ufficiale dallo stabilimento della Sidermec di Pino Buda porterà a Gatteo Mare per poi passare una prima volta sotto il traguardo di Gatteo da dove si raggiungerà Gambettola per dirigersi verso i 163 metri di altitudine di Longiano dove è previsto il primo GPM. Qui inizierà la seconda parte di gara con i due giri del classico circuito della “DUE PER BENE”  di 13.3 km dove sono posti gli altri GPM della giornata. Terminati i due giri, una rapida discesa tecnica con curve e controcurve ci riporta attraverso Savignano sul Rubicone a Gatteo dove sulla linea d’arrivo inizia l’ultimo giro di poco meno di 9 km che toccherà la frazione di Fiumicino prima di tornare in via Roma per l’epilogo, molto probabilmente con uno sprint a ranghi compatti.

Nel pomeriggio si terrà l’ormai tradizionale cronosquadre di km 13,3 con partenza nella frazione di Gatteo a Mare nei Giardini Don Guanella che, a differenza delle stagioni precedenti in cui ogni formazione gareggiava con due squadre da 4 corridori ciascuna, quest’anno si correrà con la formula “classica”.

Venerdì 23 marzo sarà Riccione ad ospitare la partenza della seconda tappa. La cittadina romagnola dunque ancora una volta si propone come località che strizza l’occhio al Ciclismo e che si appresta ad abbracciare, con il consueto entusiasmo tipico di questa terra, la Settimana Internazionale di Coppi e Bartali.

Dopo un breve trasferimento nel centro di Riccione e dopo il km 0 posto in viale Milano, la gara, attraverso un percorso molto vario, privo di lunghe salite ma costellato di strappi più o meno ripidi come quello di Scacciano, toccherà le località di San Clemente e di Coriano San Salvatore. La corsa quindi affronterà una parte piuttosto impegnativa in cui I corridori troveranno in rapida successione le salite di Verucchio e Torriana. Dopo lo strappo di Montecchio si raggiunge il territorio di Sogliano per entrare nel circuito di ”Le Ville di Monte Tiffi” con un primo passaggio sotto il traguardo di Sogliano.

Il circuito di 22,1 km dovrà essere affrontato per due volte e presenta un tratto in salita con una pendenza media del 7% e punte del 16%. In cima alla salita è posto il GPM. Il finale sarà ricco di emozioni e sogliano ancora una volta ci consegnerà un grande vincitore ma soprattutto una giornata che lascerà il segno nella classifica generale.

La terza tappa avrà come scenario la cittadina di Crevalcore, ormai punto di riferimento della Settimana Internazionale Coppi e Bartali, e che quest’anno, come nella passata stagione, avrà una tappa interamente nel proprio territorio. Le fasi iniziali di corsa proporranno un tracciato che andrà a toccare tutte le frazioni. Lungo questa prima tornata saranno previsti 5 traguardo volanti speciali con relativa classifica che assegnerà il Trofeo delle Frazioni.

Abbandonato il tratto in linea la tappa entrerà nel classico circuito di Crevalcore. 13 chilometri piatti come un biliardo che I corridori dovranno affrontare per 10 volte prima dell’epilogo che come sempre sarà carico di quell’ adrenalina e suspense che solo gli arrivo di gruppo sono in grado di trasmettere.

La grande novità della Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2018 è rappresentata dal gran finale. Nell’ultima giornata, domenica 25 marzo, si correrà infatti un’inedita cronometro individuale di 12,5 chilometri in salita con partenza da Fiorano Modenese ed arrivo al Castello di Montegibbio, nel territorio di Sassuolo. Qui si deciderà la corsa. La frazione prevede solo pochi metri di pianura; dopo la partenza da Piazza Ciro Menotti di Fiorano Modenese a 127 metri di altitudine, si percorrono 5 km vallonati per raggiungere le località di “Torre delle Oche” e di “Ponte” (mt. 186 slm).

Un primo tratto in salita di 1,9 chilometri precede le fasi finali di gara in cui, dopo altri falsipiani, gli atleti vedranno davanti a se il castello di montegibbio che raggiungeranno dopo aver affrontato gli ultimi 300 metri con una pendenza del 12%.

Percorso Settimana Coppi e Bartali 2018

22 Marzo – 1ª Semitappa: Gatteo-Gatteo, 97,8km
22 Marzo – 2ª Semitappa: Gatteo a Mare – Gatteo, 13,3 km (Cronosquadre)
23 Marzo – 2ª Tappa: Riccione – Sogliano al Rubicone, 130 km
24 Marzo – 3ª Tappa: Crevalcore – Crevalcore, 171 chilometri
25 MArzo – 4ª Tappa: Fiorano Modenese – Montegibbio (Sassuolo), 12,5 km (Cronometro)

Altimetrie e Planimetrie Settimana Coppi e Bartali 2018

Vedi Anche

Pagelle Giro di Svizzera 2018, Porte e Quintana subito pronti – Landa, Mollema e Izagirre da rivedere

Richie Porte (BMC), 9,5: Corsa praticamente perfetta del capitano della BMC che si sin dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.