© LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi

Giro d’Italia 2019, Elia Viviani conferma: “Il mio Giro finisce oggi. Devo staccare la spina e ritrovare la serenità che mi manca”

Elia Viviani saluta il Giro d’Italia 2019 a Novi Ligure. Il velocista della Deceuninck – QuickStep lascia la Corsa Rosa con una nuova delusione, un quarto posto che conferma le sue difficoltà, più psicologiche che fisiche probabilmente. Un ritiro che era stato ampiamente ventilato e anticipato sin dal giorno del suo declassamento ad Orbetello, dopo aver capito che non avrebbe potuto più lottare per la Maglia Ciclamino. Con il passare dei giorni, senza più riuscire a trovare il successo né volate del suo livello, le difficoltà sono aumentate rafforzando questa decisione.

“Ne abbiamo discusso tanto in questi dieci giorni e  una vittoria oggi poteva forse cambiare le cose, ma il mio Giro finisce oggi – spiega ai microfoni del Processo alla Tappa –  Non ci sono, devo staccare la spina e ritrovare la serenità che mi manca. Inutile ricercare qualcosa che non arriva. Mi fermo e preparo la seconda parte di stagione”.

Per quanto riguarda la frazione odierna, conclusa in quarta posizione al termine di un nuovo sprint confuso, nel quale è sembrato non sapere cosa fare nei momenti decisivi, perdendo spesso la ruota di Fabio Sabatini, conferma di accusare ancora il colpo da un punto di vista mentale. “Non sono sereno, c’è qualcosa che non va – aggiunge senza nascondersi – Alla partenza sono tranquillo e felice di essere qui al Giro, poi in gara c’è qualcosa che non va. Ci abbiamo provato, la condizione non è neanche male, perché tre secondi posti, una vittoria non vittoria, e poi un quarto posto, dimostrano che ci sono. Ma devo staccare con la testa e ritrovare serenità

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.