Mondiali Fiandre 2021, Filippo Ganna: “Dopo gli Europei ho detto che non volevo venire…”

Filippo Ganna è ancora re delle lancette ai Mondiali nelle Fiandre 2021. Dopo lo splendido trionfo ad Imola, che aveva fatto di lui il primo italiano della storia del ciclismo campione del mondo a cronometro, il piemontese è ovviamente anche il primo italiano a fare la doppietta. Un risultato prestigioso visto che in quasi trent’anni solo in quattro prima di lui sono riusciti a bissare il successo dell’anno precedente, ovviamente tutti grandi interpreti della disciplina. Un successo che riscatta le delusioni olimpica, almeno in questo esercizio, e soprattutto degli Europei della scorsa settimana. Una prestazione che lo aveva fatto persino dubitare…

Sei riuscito a difendere il tuo titolo, come ti senti ora?
La mia condizione è cresciuta molto in questa settimana. Ho fatto un breve ritiro in altura, ma le gambe non giravano benissimo. Non sapevo se sarei arrivato qui con la giusta concentrazione e forma. Ma finalmente le gambe si sono riprese e anche mentalmente mi sono ripreso. Difendere questa maglia era molto importante per me e spero di essere nuovamente in forma in questo periodo l’anno prossimo.

C’era molta pressione su di te oggi, ma anche per i tuoi rivali. Abbiamo visto che alla fine vi siete congratulati tra di voi…
Tra di noi c’è molto rispetto. Per tutti noi vincere nella propria nazione è il massimo. Mi dispiace per i ragazzi, ma stamattina mi sono svegliato sognando di vincere e sono partito per vincere. Conservare questa maglia è fantastico. Grazie ai miei rivali, che mi hanno motivato per migliorare e riuscire a fare questo risultato.

Hai vinto, ma le gambe penso ti facciano male oggi, no?
In una settimana ho completamente cambiato spirito. Dopo la prova in linea degli europei ho detto al mio allenatore e alla squadra che non sarei andato ai mondiali, perché mi sentivo male. Tutti mi hanno detto di stare tranquillo, restare concentrato perché mancava ancora una settimana, e che questo era il mio obiettivo. Questa mattina mi sono svegliato convinto di potercela fare e sono riuscito a realizzare il mio sogno di conservare la maglia

Durante la crono hai capito che stavi andando bene?
Dopo 20km, all’intermedio, ho sentito un buon feeling, le gare giravano bene. Mi sentivo ancora in comfort zone e mi sono detto che potevo farcela e che sarei potuto essere nuovamente in maglia iridata sul podio e qui con voi. Quando ho visto sul traguardo la linea verde, ho capito che ce l’avevo fatta e mi son detto che potevo celebrare.

Che anno per te…
Quest’anno è stato molto intenso. Non vedo l’ora di arrivare ad ottobre, dopo i mondiali su pista, per andare in vacanza. Ne ho bisogno per la testa e le gambe. Ad ottobre potrò festeggiare. Stasera piccoli festeggiamenti, ma ho ancora grandi obiettivi e voglio restare concentrato. Non mancherò di festeggiare, ma per il momento bisogna aspettare

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.