Parigi-Tours 2018, Chavanel chiude la carriera con l’ennesima fuga: “Non ho nessun rimpianto”

Sylvain Chavanel ha disputato con la Parigi-Tours 2018 l’ultima corsa in linea della sua carriera. Dopo diciannove anni tra i professionisti, condite da 45 successi, 44 partecipazioni nelle classiche e 23 nelle grandi corse a tappe, il portacolori della Direct Energie appenderà la bicicletta al chiodo al termine della stagione, non prima di aver preso parte alla Crono delle Nazioni 2018 in programma domenica prossima. Come ha abituato tutti nella sua lunga avventura tra i professionisti, il 39enne di Châtellerault è stato protagonista oggi della fuga che ha animato la prima parte di gara e che è stata il preludio al gran finale sul pavè, con il successo del danese Soren Kragh Andersen (Sunweb).

“Ci tenevo a finire la carriera con una fuga, anche se il percorso di questa edizione non aveva nulla a che vedere con quello delle scorse edizioni” precisa Chavanel, in fuga verso Tour già nel 2000, nel suo primo anno nella categoria. “I ciottoli erano pericolosi e affilati e nel complesso il tracciato era pericoloso. Non ho nessun rimpianto per come è andata. Ora farò un passo indietro, potrò divertirmi insieme alla mia famiglia”. La prova odierna ha rappresentato l’ultima della carriera anche per un altro corridore transalpino: Jérémy Roy (Groupama-FDJ).

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.