© Sirotti

Bergen 2017, Gilbert difende i compagni: “Meritavano un risultato migliore”

Il Belgio è stata forse la Nazionale maggiormente delusa al termine della prova in linea élite dei Mondiali di Bergen 2017 di domenica scorsa. Nonostante una formazione di grande livello e pronta ad ogni scenario, non sono riusciti ad andare oltre il sesto posto in volata di Greg Van Avermaet. Philippe Gilbert ha provato a ricostruire quanto successo in un’intervista alla TV franco-belga. partendo proprio dall’ultimo attacco di Julian Alaphilippe su Salmon Hill, che lui ha provato a seguire: “Sapevo che Julian avrebbe fatto qualcosa, ecco perché ero alla sua ruota – ha esordito – ma andava davvero forte e l’ho lasciato andare. Pensavo fosse troppo presto, che avrebbe esaurito le forze in cima alla salita. Terpstra e Moscon mi hanno superato ma ho esitato perché eravamo ancora lontani dal traguardo e ho visto che Greg era lì con noi. Ci siamo ricompattati in discesa e la Danimarca si è messa a tirare per Magnus Cort Nielsen”.

Nonostante non si sia vista a causa del black-out televisivo, Gilbert ci ha poi provato a 2500 metri dal traguardo: “Ci ho provato quando mancavano 2,5 chilometri ma Gaviria si è messo alla mia ruota con Sagan alle spalle. Ho insistito ma il gruppo è rientrato su di noi”.

In ogni caso, il campione vallone pensa che i suoi compagni “meritavano un risultato migliore” per tutto il lavoro svolto nel corso della giornata. Ma alla fine “ci può essere un solo vincitore”, che ancora una volta è stato il “fenomeno” Sagan: “L’ho visto all’inizio e poi non si è più visto fino a quattro chilometri dall’arrivo E poi ha vinto, e anche dopo essere stato malato!” ha stigmatizzato alla fine con ironia.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.