Tour de France 2022: Partecipanti, tappe e favoriti per la maglia gialla

Si parte con la crono di Copenaghen: 13,2 chilometri nella capitale danese e poi altre 20 tappe passando per Dunkerque, Lille, Saint Etienne, Carcassone e solito arrivo agli Champs-Élysées di Parigi. In totale 3.337 chilometri per la 109ma edizione del Tour de France. Tappa d’esordio: 1° luglio. Si chiude nella capitale, il 24. La Grande Boucle su due ruote è pronta a infiammare l’estate francese con un percorso che si snoda su tutto l’arco orientale del paese. E intanto iniziano le prime indiscrezioni sul possibile vincitore.

I principali bookmaker hanno già individuato i nomi dei potenziali vincitori della corsa: sono questi i favoriti del Tour de France 2022. Nomi simili e quotazioni omogenee: il vero protagonista della Grande Boucle dovrebbe essere di nazionalità slovena: Tadej Pogačar. Ma gli esperti intravedono, ironia della sorte, proprio nell’altro sloveno del Tour, Primož Roglič, il potenziale atleta che potrebbe indossare la Maglia Gialla sugli Champs Elysees. Non resta che attendere l’esordio di Copenaghen per confermare o smentire i pronostici. Intanto questa è la panoramica relativa a partecipanti e tappe del giro di Francia.

Partecipanti e squadre. Ci saranno sicuramente Pogačar, Rafal Majka e Marc Soler per la UAE Team Emirates, Roglič, Vingegaard e Van Aert per Jumbo-Visma, Martinez, Ganna, Yates e Thomas per Ineos Grenadiers, Vlasov per il Team Bora-Hansgrohe, Enric Mas Nicolau per Movistar, O’Connor per la  AG2R Citroën, Damiano Caruso per il Team Bahrain Victorious, van der Poel per Alpecin – Deceuninck, Alaphilippe per Quick-Step Alpha Vinyl, Sagan per TotalEnergies e Giulio Ciccone per Trek-Segafredo. Incrociando i dati dei singoli favoriti in rapporto alle squadre, le squadre favorite su tutte sono due: l’UAE Team Emirates, precedentemente chiamata Lampre, e Jumbo – Visma. I primi ovviamente emiratini, i secondi olandesi.

In tutto 22 squadre e 176 corridori a contendersi le cinque classifiche del Tour: generale, scalatori, a punti, giovani e squadre. Questa è la startlist provvisoria con il video in 3D dell’intera competizione. Tra gli altri team figurano Azana Qazaqstan, Bora-Hansgrohe, Cofidis, EF Education – Easypost, Groupama – FDJ, Israel – Premier Tech, Intermarché – Wanty Gobert, Lotto Soudal, Team BikeExchange – Jayco, Team DSM, Arkéa – Samsic e B&B Hotels KTM.

L’anno scorso è stato proprio lo sloveno Pogacar ad aggiudicarsi la maglia gialla finale sul podio dei Campi Elisi. Tra gli italiani spicca Filippo Ganna, ma anche Damiano Caruso e Giulio Ciccone potrebbero recitare un ruolo di tutto rispetto. Sul versante palmarès spiccano i trionfi di Pogacar nel 2020 e 2021, il tris di Froome dal 2015 al 2017 (a cui va aggiunto il trionfo del 2013), Nibali nel 2014, Wiggins nel 2012, Evans 2011, Contador 2010 e ancora più indietro negli anni il clamoroso filotto di sette Tour consecutivi vinti, e poi revocati, da Lance Armstrong. Prima dell’americano ci fu il pirata Marco Pantani nel 1998.

Tappe. Sul versante del percorso, il Tour si snoda ai confini con Belgio e Germania e si conclude a sud prima di arrivare a Parigi. Torna l’Alpe d’Huez. Due le crono: esordio a Copenaghen e poi Lacapelle-Marival-Rocamadour, 40 chilometri. La più lunga è Binche-Longwy: 219 chilometri. La più corta si corre tra Saint-Gaudens e Peyragudes: 129 chilometri. Seconda e terza tappa insidiosa e per velocisti in terra danese, la quinta è una delle più ardite, sul pavé della Lille – Wallers Arenberg. Sconfinamento in Belgio e arrivo in salita nella prima tappa temuta di montagna, la settima: Tomblaine – La Super Planche des Belles Filles. Molta salita nelle due successive: quella di collina, Dole – Lausanne, e di montagna, Aigle – Châtel. In totale sei tappe in pianura, sette in collina, sei in montagna e cinque arrivi in salita.

Il grande ciclismo europeo è pronto a indossare il caschetto mentre trapela l’indiscrezione per cui l’esordio del Tour nel 2024 potrebbe essere in Italia: Bologna, Firenze e Pinerolo sono le location candidate a ospitare l’inizio della corsa francese.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button