Parigi-Roubaix, Wout van Aert parte al servizio dei compagni: “Correremo in modo da arrivare nel finale con molti uomini”

Un Wout van Aert insolito si presenta al via della Parigi – Roubaix 2022. Il corridore della Jumbo – Visma, dopo aver rinunciato al Giro delle Fiandre e all’Amstel Gold Race a causa del covid, è risalito in sella e domani sarà al via della classica monumento. La condizione non è delle migliori, non c’è quella forma che serve per vincere nel velodromo di Roubaix e quindi perché non correre anche al servizio degli altri compagni? Il belga e i suoi compagni correranno in modo da arrivare con più pedine possibili nel finale di gara, dopodiché si farà il punto della situazione. Il classe 1994 potrebbe aiutare i vari Christophe Laporte Nathan Van Hooydonck a ottenere un risultato di rilievo.

“Solitamente sono io il leader – commenta in un video su YouTube – ma quest’anno correremo in modo da arrivare nel finale con molti uomini. Di solito sono quello che arriva più lontano nel finale, ma adesso spero di esserci per aiutare Christophe, Nathan o Mike. Spero di non dover prendere il comando presto perché non sto bene. Penso che se starò bene potrò dare supporto ai miei compagni nel finale. L’idea è d’essere di supporto, ma è una gara in cui non puoi mai fare previsioni. Molti corridori in passato hanno fatto grandi cose partendo come gregari. Io parto con lo stesso approccio, suonerà strano a molte persone e sarà strano anche per me”.

Scegli la tua squadra per la quarta tappa del Fanta Tour de France! Montepremi minimo di 600 euro!
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button