© ASO / P.Ballet

Parigi-Roubaix 2019, Lampaert sale sul podio e guarda al futuro: “Penso di poterla vincere”

Dopo un Giro delle Fiandre piuttosto anonimo, la Deceuninck-Quick-Step si è riscattata vincendo la Parigi-Roubaix 2019 con Philippe Gilbert e piazzando altri tre uomini in top ten. Il migliore di questi è stato Yves Lampaert, terzo a 13” dal vincitore e da Politt, e appoggio importante per il campione vallone per tutta la corsa. Dopo essere rimasto passivo alle spalle del duo di testa per alcuni chilometri, proprio nelle ultime fasi si è lanciato al loro inseguimento, mancando il ricongiungimento davvero per poco.

“Ho dato molto in questa gara, e sono piuttosto contento di questo terzo posto – ha ammesso dopo il traguardo il 28enne belga – Mi dà fiducia per il futuro. E, soprattutto, possiamo solo essere felici del 1° e del 3° posto, il che dimostra che il nostro team è davvero il migliore per le classiche”.

Vista l’età anagrafica ancora dalla sua, è pronto a ricevere il testimone dal compagno: “Ora posso rimanere ad un buon livello per diversi anni e penso di poter vincere la Parigi-Roubaix in futuro“, aggiungendo poi: “Al momento non c’è stato un solo corridore che ha dominato la stagione delle Classiche, diversi si sono fatti vedere, e siamo in molti ad arrivare ad un livello molto alto. Philippe Gilbert è un esempio per me, ha un enorme palmares ma ha anche un ottimo spirito di squadra”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.