Liegi-Bastogne-Liegi 2018, Woods: “Sono io ad aver lasciato partire Jungels”

Liegi – Bastogne – Liegi 2018 agrodolce per Mike Woods. Non solo perché il secondo posto lascia sempre l’amaro in bocca per aver sfiorato un successo, ma anche perché è stato proprio il canadese a lasciar partire Bob Jungels dopo lo scollinamento della Roche-aux-Faucons, dove il buco era giusto di qualche metro. In quel momento sarebbero bastate un paio di pedalate più convinte e l’intera corsa avrebbe avuto un esito diverso, con la possibilità che il suo secondo posto sarebbe potuto anche diventare primo. Un errore che ammette, pur volendo sottolineare la grande azione del rivale, che da solo ha tenuto testa agli inseguitori.

Sono io da rimproverare per quanto successo – ammette – Stavo prendendo un gel quando è partito e non gli sono andato dietro. Ma ha fatto una corsa fantastica, molto coraggiosa. È stato impressionante, da un corridore con la sua classe te lo puoi aspettare, ma è stato davvero eccezionale”.

Già attivo nelle prime fasi della salita, il corridore nordamericano è stato sempre molto accorto ai movimenti dei big, cogliendo poi l’attimo quando è partito Romain Bardet per lanciare l’ultimo disperato assalto a Jungels.
Quando è partito Bardet sapevo era la mossa giusta – spiega – Siamo riusciti a collabroare bene fino alla fine e sentivo ancora ottime gambe per poter vincere lo sprint. Purtroppo, non siamo riusciti a riprendere Jungels, ma la volata è andata come pensavo”.

Arrivato tardi al ciclismo che conta, sin dallo scorso anno Woods ha dimostrato di potersela giocare nei grandi appuntamenti, nelle Classiche come nei GT, vedendo così crescere anche la fiducia in sé stesso. Sicuramente, il risultato odierno è un’altra importante conferma in tal senso e non fatica ad ammetterlo. “Quando ho firmato con Jonathan Vaughters mi ha detto che avrei potuto vincere una classica un giorno – rivela – Inizialmente non ci volevo credere, ma ora comincio a pensare che sia possibile”.

Vincitore di tappa lo scorso anno, nonché piazzato nella classifica finale della Vuelta a España, per Woods il prossimo obiettivo sarà il Giro d’Italia 2018. Anche dopo una prova come questa sicuramente va considerato come uno degli outsider più interessanti, anche se lui per primo al momento abbassa il tiro. “Voglio prenderla con calma, affrontando le cose un passo alla volta – conclude – Non voglio mettermi pressione pensando subito alla classifica, vediamo come andrà passo dopo passo”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.