© Sigfrid Eggers / Deceuninck - QuickStep

Deceuninck-QuickStep, Remco Evenepoel in attesa del Giro: “No al Tour, penso alla Vuelta se non influirà sui Mondiali”

Remco Evenepoel ha visto sconvolti i suoi ambiziosi programmi per la seconda stagione da professionista. Il giovane corridore della Deceuninck-QuickStep ha visto pian piano annullare tutti i suoi obiettivi che aveva fissato ad inizio anno, a cominciare dalla Tirreno – Adriatico fino a ieri con l’ufficialità del rinvio dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Anche per il Giro d’Italia 2020 si è ancora in attesa di capire quando e se si potrà disputare quest’anno. A quanto pare il belga, in attesa di sapere quando si correrà la Corsa Rosa, avrebbe puntato la sua attenzione su altri obiettivi.

Ovviamente in questo momento è difficile allenarsi per tutti gli sportivi, anche se la sua situazione è diversa da quella di molti suoi colleghi: “In Belgio possiamo ancora allenarci fuori – le sue parole riportate da wielerflits – Non come al solito con i compagni, ma al massimo in due. Non è poi così male. Solo ci si fermare per una pausa caffè. Inoltre, cerco di non ammalarmi. Rimango anche in casa il più possibile. Faccio alcuni lavori a casa: cucinare, lavare i piatti. Poi gioco online, guardo la TV e ascolto musica. È un periodo strano, ma non è così diverso dal solito”.

Ancora non c’è certezza riguardo a quando potrà riprendere la stagione: “Ho già parlato con il mio allenatore. Spero di poter gareggiare di nuovo a giugno, se servirà con misure restrittive – ha continuato – Ma fintanto che non sapremo quali corse verranno cancellate e quali no, non possiamo fissare obiettivi o prendere decisioni. Spero che i campionati nazionali si possano disputare. E in un mondo ideale, sarebbe bellissimo poter fare il Giro del Delfinato o il Giro di Svizzera in preparazione del campionato belga”.

“Per quanto riguarda il Giro, non sappiamo ancora se ci sarà una nuova data. Il Tour de France non è una possibilità immediata, è la corsa più difficile della stagione ed è troppo presto per me. Non ho ancora alcuna esperienza in un grande giro, quindi non è intelligente debuttare con quello – ha confessato il giovane belga – Ho già pensato di partecipare alla Vuelta, ma non è ancora stato deciso nulla. Ora che i Giochi Olimpici sono stati rinviati, i Mondiali saranno il mio obiettivo principale. Quindi non è facile correre prima la Vuelta se si vuole competere per la classifica finale. Penso, ad esempio, a Primoz Roglič l’anno scorso, quando vinse la Vuelta, ma poi non è andato bene durante i campionati del mondo. Quindi forse la Vuelta a España è un po’ troppo tardi“.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.