© Unipublic/Charly Lopez

Vuelta a España 2020, Richard Carapaz: “Ognuno cura i propri interessi. Sono molto contento comunque”

Richard Carapaz ha fatto tremare Primoz Roglic nella penultima tappa della Vuelta a España 2020. Il capitano della Ineos Grenadiers ha attaccato nel finale della salita dell’Alto de la Covatilla per cercare di strappare allo sloveno la Maglia Rossa. Il corridore della Jumbo – Visma è sembrato di nuovo quello del finale dell’ultimo Tour de France ma questa volta è riuscito a salvarsi per soli 24 secondi anche grazie all’aiuto sia di Marc Soler che del compagno di squadra Enric Mas. Al corridore ecuadoriano non riesce la rimonte e conclude quindi a 24 secondi dalla Maglia Rossa.

“Sono molto contento di come è andata l’intera Vuelta, siamo stati lì nella lotta e soprattutto molto emozionati. Oggi abbiamo ottenuto un ottimo podio. Tutti cercano i propri interessi, non ho commenti da fare – ha commentato dopo il traguardo – Conoscevo la salita, l’avevo fatta nel 2018 quando siamo venuti qui con Nairo (Quintana, ndr), e sapevo perfettamente com’era e soprattutto il vento che faceva parte della gara. La verità è che è andata molto bene, sono molto felice per il grande sforzo e non abbiamo lasciato nulla di intentato finché abbiamo potuto. La stagione con la Ineos per me è stata semplicemente spettacolare”.

 

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.