© Sirotti

Tour de France 2020, John Degenkolb: ” Corro anche per cinque settimane se serve”

Parigi val bene cinque settimana di corsa. Pur di disputare il Tour de France 2020, John Degenkolb sarebbe disposto anche a correre per cinque settimane consecutive prima di giungere sul tradizionale traguardo dei Campi Elisi. Il corridore della Lotto Soudal ha rilasciato queste dichiarazioni scherzando a Der Spiegel, spiegando poi in maniera molto più seria che dal Tour de France potrebbe dipendere l’esistenza stessa di alcune squadre. Proprio in quest’ottica, infatti, lui e i suoi compagni di squadra si sono ridotti volontariamente lo stipendio, in modo allentare la pressione su team e sponsor.

Spero che il Tour quest’anno possa andare avanti in qualche modo – ha dichiarato – La corsa è essenziale per garantire la sopravvivenza dei team professionistici. Se devo, non corro il Tour solo per tre settimane, ma anche per cinque. L’importante è trovare una soluzione che ci permetta di riprendere”.

La soluzione potrebbe essere anche quella delle porte chiuse, un altro sacrificio che il tedesco si dice disposto a fare, prima di chiudere con una stoccata ai politici di tutto il mondo: “Preferisco correre con i tifosi, ma se dovesse essere senza, sono pronto. L’importante è trovare una soluzione. Forse ora, fino a un certo momento, i politici dovrebbero prendere delle misure molto rigide. Poi in seguito tutto andrà bene”.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.