© Bardiani - CSF / bettiniphoto

Presentazione Squadre 2019, Bardiani – CSF

La Bardiani-CSF continuerà orgogliosamente a portare avanti il made in Italy anche nel 2019. La squadra sarà, ancora una volta, interamente italiana e il più vecchio tra i corridori sarà un classe 1989, quindi neanche 30 anni. In un mondo in cui è sempre più difficile dare continuità ai propri progetti, Bruno e Roberto Reverberi non abbandonano la loro filosofia ciclistica e si fanno portabandiera italiani in giro per il mondo. Gli organizzatori delle varie corse sembrano apprezzare questo modo di fare ciclismo, visto che sono già ufficiali gli inviti per il Giro d’Italia e l’Amstel Gold Race, solo per citarne due. L’obiettivo sarà ancora una volta quello di dare risalto ai giovani talenti che si affacciano al professionismo, con la speranza di poter allevare un nuovo campione da lanciare nel WorldTour.

Gli uomini più attesi

L’uomo d’esperienza del team sarà Andrea Guardini. Il veronese sarà il faro per le volate e la sua speranza è quella di poter miglior lo score di tre vittorie del 2018, cercando magari di lasciare il segno anche in qualche corsa europea, visto che l’ultima vittoria nel vecchio continente è datata addirittura 2015. L’ex Farnese avrà sicuramente il supporto della squadra e potrà godere di un treno che avrà il compito di fargli risparmiare più energie possibili, un elemento di cui in carriera non sempre ha potuto disporre. Con lui dividerà il peso delle volate Paolo Simion, vittima di un bruttissimo incidente quest’inverno e desideroso di mettersi tutto alle spalle con delle belle prestazioni in corsa. Il corridore trevigiano si è sbloccato lo scorso anno con una vittoria al Giro di Croazia e sarà importante per lui trovare delle conferme in termini di risultati. Per gli sprint attenzione anche a Marco Maronese e Michael Bresciani, che pur non avendo lo spunto dei migliori velocisti, possono puntare a portare a casa qualche buon piazzamento, utile al morale della squadra e la crescita dell’autostima personale.

Di scalatori veri e propri non ce ne sono, ma il #GreenTeam potrà contare su tanti atleti abili su percorsi misti. Luca Wackermann è tornato su buoni livelli nel 2018, con la vittoria al Tour du Limousin che ha rilanciata la sua carriera. Fin da giovanissimo ha avuto grandi numeri che non sempre è riuscito a dimostrare e ora, che avrà tanto spazio per provare ad andare in cerca di gloria personale, potrà finalmente dare sfoggio al suo potenziale. Il 26enne di Rho sarà una pedina fondamentale anche per quanto riguarda la Ciclismo Cup, visto che ci saranno diverse prove adatte alle sue caratteristiche. Terreno in cui sarà atteso anche Enrico Barbin, alla settima stagione in maglia Bardiani. Discreto scalatore e dotato allo stesso tempo di un ottimo spunto veloce, il 28enne di Treviglio dovrà cercare di riscattare un 2018 leggermente al di sotto delle aspettative. Il corridore più adatto alle salite più lunghe è invece Manuel Senni, anche lui non troppo pimpante lo scorso anno, ma che sarà costretto a rimanere ai box almeno fino ad aprile. Lo sfortunato atleta di Cesena è infatti stato vittima di un pirata della strada la scorsa settimana, rimediando la rottura dello scafoide della mano sinistra e del capitato.

Non sorprenderà vedere in fuga Alessandro Tonelli, ormai specializzatosi sugli attacchi da lontano. Vincitore a sua volta di una tappa al Giro di Croazia lo scorso anno, è probabile che anche nel 2019 lo vedremo nelle vesti di attaccante. Caratteristiche diverse, ma stessa grinta, per Mirco Maestri, ottimo passista e grande uomo squadra, pronto a mettersi a disposizione dei suoi compagni.

Le giovani promesse

In squadra stanno ancora aspettando il salto di qualità di Vincenzo Albanese. Nonostante sia già al terzo anno di professionismo, è solamente un classe 1996 e ancora non ha dimostrato tutte le sue potenzialità. Nel 2016, da stagista, vinse il Trofeo Matteotti, ma da allora non è più riuscito ad esprimersi su altissimi livelli, pur accumulando esperienza in corse importanti. Reduce da un 2018 interessante, lo scalatore Giovanni Carboni proverà a migliorare ulteriormente le proprie prestazioni, mentre dovranno assolutamente farsi notare in modo convincente Daniel Savini e Umberto Orsini. I neo-professionisti in squadra quest’anno sono tre: Luca Covili, Francesco Romano e Alessandro Pessot. Tra questi, il più pronto sembra essere Romano, già stagista nella UAE un paio di anni fa, 22enne molto veloce e resistenze. Anche Pessot è un corridore veloce, mentre Covili punterà già a mettere alla prova le proprie doti in salita in qualche breve corsa a tappe e forse già al Giro d’Italia.

Contatti
BARDIANI – CSF
Via G. Falcone 12
42021 Barco di Bibbiano (RE)
ITALIA
Email: info@gm-sport.it
Sito: www.bardianicsf.com
Organico
ALBANESE Vincenzo12.11.1996ITA
BARBIN Enrico04.03.1990ITA
BRESCIANI Michael20.12.1994ITA
GUARDINI Andrea12.06.1989ITA
MAESTRI Mirco26.10.1991ITA
MARONESE Marco25.12.1994ITA
ROTA Lorenzo23.05.1995ITA
SENNI Manuel11.03.1992ITA
SIMION Paolo10.10.1992ITA
TONELLI Alessandro29.05.1992ITA
WACKERMANN Luca13.03.1992ITA
Neoprofessionisti
CARBONI Giovanni31.08.1995ITA
COVILI Luca10.02.1997ITA
ORSINI Umberto06.12.1994ITA
PESSOT Alessandro01.07.1995ITA
ROMANO Francesco09.07.1997ITA
SAVINI Daniel26.09.1997ITA
Staff
General ManagerREVERBERI Roberto16.08.1964ITA
Direttore SportivoREVERBERI Roberto16.08.1964ITA
Ass. Direttore SportivoCUCINOTTA Claudio22.01.1982ITA
Ass. Direttore SportivoPEREZ CUAPIO Julio Alberto30.07.1977MEX
Ass. Direttore SportivoROSSATO Mirko03.01.1970ITA
Ass. Direttore SportivoZANATTA Stefano28.01.1964ITA
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Crea la tua squadra! Scegli 20 corridori per il FantaClassiche di Primavera e vinci 1.000 €!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.