© Serge Waldbillig & Vincent Lescaut

Presentazione Percorso e Favoriti Giro del Lussemburgo 2021

Nella settimana che ci accompagna verso i Campionati del Mondo si inserisce il Giro del Lussemburgo 2021. Confermando lo spostamento dello scorso anno da giugno a settembre, un cambiamento voluto dagli organizzatori per rilanciare la corsa avvicinandola alla rassegna iridata, la breve gara a tappe si propone come nuovo banco di prova per quei corridori che desiderano testare la propria condizione in vista dei Mondiali. Una scelta, quella dei promotori della corsa, che vista la startlist di questa edizione appare vincente, dato che al via ci saranno diversi nomi di primo piano e ben otto team WorldTour, che dal 14 al 18 settembre si sfideranno su un percorso adatto a ogni tipo di corridore.

HASHTAG UFFICIALE: #SkodaTour

Albo d’oro recente Giro del Lussemburgo

2020 ULISSI Diego
2019 HERRADA Jesus
2018 PASQUALON Andrea
2017 VAN AVERMAET Greg
2016 LAMMERTINK Maurits
2015 GERDEMANN Linus
2014 BRESCHEL Matti
2013 MARTENS Paul
2012 FUGLSANG Jakob
2011 GERDEMANN Linus

Percorso Giro del Lussemburgo 2021

La corsa prenderà il via dalla capitale Lussemburgo, che ospiterà la partenza e l’arrivo della frazione inaugurale, lunga 140 chilometri. Per i primi 40, il gruppo incontrerà strada sostanzialmente pianeggiante, mentre nella parte centrale della tappa si affronteranno in rapida successione gli strappi del Montée de Niklosbierg, della Côte de Gralingen e della Côte de Bourscheid, salite non troppo lunghe che presenteranno però pendenze già interessanti, nell’ordine del 7%. A queste prime difficoltà farà poi seguito un tratto più semplice di una cinquantina di chilometri che riporterà i corridori verso la capitale; prima di arrivarci, però, ci sarà da superare la Côte de Stafelter, che proporrà pendenze che arriveranno a sfiorare anche il 13% e che sarà scollinata a soli nove chilometri dalla conclusione, buona parte dei quali in discesa. Il traguardo, tuttavia, sarà posto al termine del un breve strappo di Kirchberg, diviso tra 1500 metri più impegnativi e un ultimo chilometro in leggero falsopiano.

Le cose si faranno ancora più difficili il giorno seguente, nei 186,1 chilometri da Steinfort a Esch-sur-Sûre. A parte i primi 20 chilometri, infatti, la tappa non darà un attimo di respiro al gruppo, che a partire dalla Côte de Holtz dovrà affrontare un continuo saliscendi che durerà fino all’arrivo. Alla Côte de Boulaide, la Côte de Ringel e la Côte de Kaundorf, infatti, si uniranno numerosi altri brevi strappi che sicuramente contribuiranno a mettere fatica nelle gambe dei corridori, che negli ultimi 50 chilometri dovranno percorrere per due volte un circuito caratterizzato dall’impegnativa Côte de Eschdorf, 8,4% di pendenza media con punte del 12,4%, che in tutto sarà scalata in tre occasioni e in cima alla quale sarà posto l’arrivo. Leggermente più semplice sarà invece la terza frazione, l’unica delle cinque che dovrebbe vedere un arrivo allo sprint. Anche in questa giornata, comunque, non mancheranno le asperità, la prima delle quali, la Côte de Kazebierg, verrà affrontata una cinquantina di chilometri dopo la partenza da Mondorf-les-Bains. Inframezzate da altri brevi strappi, seguiranno poi la Côte de Beaufort, il Montée de Brouderbur e il Montée de Mariendallerhaff ad anticipare l’ingresso nel circuito finale (da ripetere per due volte) che, a parte una breve salitella posta ai -10 dall’arrivo di Mamer, non presenterà grandi difficoltà.

A modificare in maniera netta la classifica sarà dunque con buona probabilità la cronometro di 25,4 chilometri di Dudelange, che dopo i primi 4000 metri dal via proporrà un breve strappo che dovrebbe spezzare il ritmo dei corridori. Un’altra salita, un po’ più lunga ma più semplice (e in cima alla quale sarà posto l’unico rilevamento cronometrico intermedio), rappresenterà il giro di boa della prova, che nella seconda parte sarà più favorevole agli specialisti. Se al termine di questa giornata la classifica dovesse essere però ancora piuttosto corta, l’ultima frazione potrebbe offrire l’occasione per ribaltare la situazione. Nei 183,7 chilometri da Mersch a Lussemburgo, infatti, il gruppo tornerà ad affrontare un tracciato piuttosto movimentato, che sin dalla partenza proporrà la Côte de Nommern e diverse altre salitelle, anche se il segmento più duro della tappa sarà quello centrale, inaugurato dalla Côte de Schlindermanderscheid e dalla Côte de Kautenbach e concluso dalla Côte de Misarshaff, posta a poco meno di 70 chilometri dalla conclusione. Il finale, invece, sarà un po’ più semplice e vedrà i corridori percorrere due giri del circuito conclusivo, caratterizzato da una breve salita e dallo strappo di Pabeierberg, affrontato per l’ultima a poco più di un chilometro dal traguardo.

Tappe Giro del Lussemburgo 2021

Tappa 1, martedì 14 settembre: Lussemburgo – Lussemburgo (140 km)
Tappa 2, mercoledì 15 settembre: Steinfort – Esch-sur-Sûre (186,1 km)
Tappa 3, giovedì 16 settembre: Mondorf-les-Bains – Mamer (189,3 km)
Tappa 4, venerdì 17 settembre: Dudelange – Dudelange (25,4 km, crono)
Tappa 5, sabato 18 settembre: Mersch – Lussemburgo (183,7 km)

Favoriti Giro del Lussemburgo 2021

Clicca qui per la startlist

In un percorso decisamente movimentato, ma privo di grandi salite, la cronometro di 25 chilometri di Dudelange rischia di risultare decisiva nel delineare la classifica generale. Per questo motivo, il favorito principale per la vittoria finale dovrebbe essere un corridore forte nelle prove contro il tempo e sui brevi strappi, un profilo che corrisponde certamente a quello del vincitore del Giro di Polonia João Almeida (Deceuninck-QuickStep). La squadra belga, tuttavia, potrà contare su un Mattia Cattaneo altrettanto abile nelle crono, ma anche su Fausto Masnada e Mauri Vansevenant, che potrebbero soprattutto muoversi dalla distanza. Più opzioni a disposizione anche per l’UAE Team Emirates, che priva del campione uscente Diego Ulissi dovrebbe puntare principalmente su un Marc Hirschi non ancora ai livelli di un anno fa, ma in netta ripresa rispetto ai problemi di inizio stagione. Attenzione però anche al giovane talento Juan Ayuso, in grado di difendersi bene contro il tempo, al suo connazionale David De La Cruz e al veronese Davide Formolo, che però potrebbero pagare i 25 chilometri a crono.

Altra squadra con più di un possibile protagonista è la Ag2r Citroën, che schiererà al via il quarto classificato del Tour de France Ben O’Connor, la medaglia di bronzo degli Europei in Trentino Benoît Cosnefroy, il vincitore della penultima frazione della Vuelta Clement Champoussin e Andrea Vendrame, vincitore di una tappa al Giro. Senza dimenticare il padrone di casa Bob Jungels, che sarebbe uno dei favoriti principali se non fosse che non corre da tre mesi per la doppia operazione all’arteria iliaca dello scorso giugno. Bauke Mollema, corridore piuttosto adatto al percorso e in grado in passato di fare buone prove contro il tempo, sarà invece il probabile capitano della Trek-Segafredo, che vedrà alla partenza anche i giovani Mattias Skjelmose Jensen Antonio Tiberi, oltre al rientrante Vincenzo Nibali, che non corre dai Giochi Olimpici di Tokyo.

Secondo classificato un anno fa, il norvegese Markus Hoelgaard (Uno-X Pro Cycling) potrebbe puntare a migliorare il suo piazzamento considerando anche l’ottimo stato di forma, che gli ha permesso di chiudere al settimo posto la prova in linea dei Campionati Europei. Pierre Latour e Anthony Turgis proveranno invece a ottenere un buon risultato per il Team TotalEnergies, con il primo che potrebbe sicuramente sfruttare le sue buone attitudini a cronometro. Altri nomi da seguire con attenzione, non tanto per il successo finale quanto soprattutto per una vittoria parziale, sono infine quelli di Tanel Kangert (Team BikeExchange), Caleb Ewan (Lotto Soudal), Nairo Quintana (Arkea-Samsic), dei francesi Franck Bonnamour (B&B Hotels p/b KTM), Thibaut Pinot, David Gaudu, Bruno Armirail (Groupama-FDJ) e Anthony Perez e dell’ex vincitore Jesus Herrada (Cofidis).

Borsino dei Favoriti Giro del Lussemburgo 2021

***** João Almeida
**** Bauke Mollema, Mattia Cattaneo
*** Marc Hirschi, Ben O’Connor, Markus Hoelgaard
** Benoît Cosnefroy, Juan Ayuso, Pierre Latour, David De La Cruz
* Bob Jungels, Anthony Turgis, David Gaudu, Anthony Perez, Tanel Kangert

Altimetrie e Planimetrie Giro del Lussemburgo 2021

L’organizzazione non ha reso nota l’altimetria della quarta tappa, la cronometro di Dudelange

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.