LINK UTILI GIRO D'ITALIA 2021
GUIDASTARTLISTNOTIZIERISULTATICLASSIFICA
© Bettini Photo / UAE Team Emirates

Vuelta a San Juan 2020, trionfa Miguel Flórez, Remco Evenepoel ipoteca la vittoria finale

Grande spettacolo, come ormai da tradizione, sull’Alto Colorado. La tappa regina della Vuelta a San Juan 2020, la quinta della corsa a tappe argentina, ha fatto parecchia selezione e ha emesso i suoi verdetti. Il primo posto di giornata è andato al colombiano Miguel Eduardo Flórez, che ha regalato uno splendido successo alla Androni-Sidermec. L’altro “vincitore” di giornata è Remco Evenepoel: il belga della Deceuninck-QuickStep si è piazzato al quinto posto, concedendo solo quattro secondi al primo e tenendosi vicini tutti i rivali per la classifica generale, compreso Filippo Ganna, transitato sul traguardo proprio in compagnia del leader. A questo punto, con due tappe ancora da disputare, il giovanissimo fenomeno è molto vicino alla vittoria finale.

Flórez, 23 anni, ha conquistato al termine della San Martin-Alto Colorado, di 169,5 chilometri, la prima vittoria da professionista. Sul podio di giornata sono saliti con lui l’immarcescibile spagnolo Óscar Sevilla (Team Medellin) e lo statunitense Brandon McNulty, subito protagonista con la maglia del UAE Team Emirates. In classifica generale è rimasto al comando Remco Evenepoel, che ha ora 33 secondi di vantaggio su Ganna e 1’01” su Sevilla.

La prima parte della giornata è corsa via con la fuga di sette corridori: Gerardo Atencio (Municipalidad de Pocito), Emiliano Contreras (Transportes Puertas de Cuyo), Daniel Juarez (Agrupacion Virgen de Fatima), Francisco Montes (Argentina), Magno Nazaret (Sindicato Empleados Publicos San Juan), Nelson Soto (Colombia Tierra de Atletas) e Antonio Zullo (Amore&Vita-Prodir). Nessuna preoccupazione per il gruppo, che lascia fare, con i fuggitivi che si aggiudicano i vari traguardi parziali posti lungo il percorso. All’ingresso negli ultimi 40 chilometri della frazione, però, la corsa esplode. La causa è il vento laterale, che viene sfruttato da UAE Team Emirates e Bora-hansgrohe per mettere alla frusta tutti i rivali. A farne le spese è soprattutto il leader della generale, Remco Evenepoel, che rimane tagliato fuori dal primo gruppo e finisce addirittura in un terzo drappello che in un primo momento rimane decisamente attardato.

Con Evenepoel rimane anche Óscar Sevilla. Mentre il vantaggio dei fuggitivi scema chilometro dopo chilometro, davanti continuano a spingere: molto interessati all’attacco sono lo statunitense McNulty e l’azzurro Ganna, che si ritrova anche al comando – virtuale – della classifica generale. Con loro anche il francese Guillaume Martin (Cofidis) e il duo della Movistar formato da Nelson Oliveira e Eduardo Sepulveda. In compagnia di un Evenepoel che arriva a pagare anche 1’25” dai rivali di classifica ci sono i compagni di squadra Pieter Serry e Bert Van Lerberghedeterminanti nel sostenere il giovanissimo leader in un momento che si era fatto davvero complicato. All’attacco dell’Alto Colorado, poi, il belga prende decisamente in mano la situazione e si occupa in prima persona di andare a chiudere il buco che lo separava dal gruppo Ganna-McNulty, che nel frattempo ha fagocitato tutti gli attaccanti della prima ora.

Proprio lo statunitense della UAE è uno dei corridori più brillanti in un finale di corsa dove si susseguono attacchi: è lui a ritrovarsi per qualche istante al comando della tappa, in compagnia dell’argentino Juan Ignacio Melivilo (Municipalidad de Pocito) prima e poi con Guillaume Martin. Dietro, però, Evenepoel non si è per nulla perso d’animo e, quando al traguardo mancano poco meno di 9 chilometri, rientra sui primi (sono in 9 a giocarsi la tappa, fra cui anche Sevilla, pure lui rientrato dopo essere rimasto attardato a causa dei “ventagli”). E non è finita, visto che quando si affrontano le rampe più dure dell’Alto Colorado è lo stesso campioncino della Deceuninck-QuickStep a provare lo scatto, in due occasioni, l’ultima a 1,5 chilometri dal traguardo. Ad approfittare della situazione, alla fine, è il colombiano Florez, che coglie il momento giusto per avvantaggiarsi sugli altri e scappa verso il successo. A due secondi Sevilla e un brillantissimo McNulty, a quattro Martin, Evenepoel e un eccellente  Ganna, che è il migliore italiano al traguardo e che rimane al secondo posto della classifica generale.

Risultati quinta tappa Vuelta a San Juan 2020

Classifica generale Vuelta a San Juan 2020

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.