Presentazione Percorso e Favoriti Tro-Bro Léon 2021

Tra i vari appuntamenti di questa settimana, domenica 15 maggio andrà un scena anche il Tro-Bro Léon 2021. Solitamente contemporanea alla Liegi-Bastogne-Liegi, la semiclassica transalpina verrà quest’anno disputata tre settimane più tardi rispetto alle date consuete, andando così a sovrapporsi col Giro d’Italia. Gara unica per le sue caratteristiche, la corsa è nota soprattutto per proporre i famosi tratti denominati “ribinou”, termine che indica tutti quei settori di strada non asfaltata (specificatamente pavé, sterrato, terra battuta e, addirittura, erba) che i corridori dovranno affrontare lungo i 207 chilometri in programma. Date le insidie e le difficoltà proposte, la gara si è guadagnata negli anni i soprannomi di “piccola Parigi-Roubaix” e “Inferno dell’Ovest”.

Giunta alla 37esima edizione, la corsa torna in calendario dopo l’anno di assenza forzato a causa della pandemia; ad imporsi l’ultima volta, nel 2019, fu l’italiano Andrea Vendrame, primo azzurro a iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro. A lottare per succedere all’italiano saranno i corridori delle 21 formazioni al via, suddivise in sei squadre WorldTour, undici Professional e quattro Continental.

ORARIO DI PARTENZA: 11:25
ORARIO DI ARRIVO PREVISTO: 16:36 – 17:07
HASHTAG UFFICIALE: #TroBroLeon

Albo d’oro Recente Tro-Bro Léon

2020 Non disputata a causa della pandemia di Covid-19
2019 VENDRAME Andrea
2018 LAPORTE Christophe
2017 GAUDIN Damien
2016 MORTENSEN Martin
2015 GENIEZ Alexandre
2014 PETIT Adrien
2013 MOUREY Francis
2012 ROTH Ryan
2011 JEROME Vincent

Percorso Tro-Bro Léon 2021

Lannilis – Lannilis (207 km)

I corridori si troveranno davanti a un tracciato come sempre ricco di insidie, con 30,6 chilometri di ribinou (suddivisi in 26 settori) da affrontare nei 207 chilometri in programma. Dopo la partenza da Lannilis, località dove sarà posto anche l’arrivo, il gruppo si dirigerà verso ovest costeggiando l’oceano prima di tornare verso l’interno per attraversare la campagna bretone, dove si incontreranno le prime asperità e i primi sei tratti di fuoristrada. Sarà però soprattutto la seconda metà di gara quella che proporrà le difficoltà più rilevanti e dove la corsa entrerà maggiormente nel vivo.

Superata la cittadina di Guisseny ed entrati negli ultimi 80 chilometri, infatti, inizierà la serie di brevi strappi e di ribinou che accompagneranno i corridori praticamente fino al traguardo, sul quale il plotone transiterà una prima volta a 48 chilometri dalla conclusione per iniziare il primo dei due circuiti di giornata, quello più lungo. Il più breve, invece, inizierà al secondo passaggio sulla linea d’arrivo, ai meno 13 dalla fine, e proporrà gli ultimi tre settori di fuoristrada, quello di Kerosven, quello di Keradraon e quello di Meshuel, quest’ultimo posto a soli 2800 metri dal traguardo.

Settori Ribinou Tro-Bro Léon 2021

NUMERO SETTORE NOME KM PERCORSI LUNGHEZZA (METRI)
1 Ty Douar 42,6 2100
2 La Tranchée 77,4 1200
3 Coat Lespel 81,3 1300
4 Le Gouezou Braz 91,5 1000
5 Dourguen 98,5 1500
6 Desert 109,3 1200
7 Treouron 128,9 3500
8 Koz Kastell 133,3 1600
9 Kerfaven 135,6 800
10 Rann ar Groaz 138 400
11 Kervidot 141,5 1000
12 Kerfere 145,3 1500
13 Lesmel 147,1 1000
14 Meshuel 156,4 700
15 Kerosven 159,9 800
16 Keradraon 163,8 1600
17 Mescoat 167,4 700
18 Keringall 168,6 700
19 Les Anges 172,9 700
20 Ar Vourc’h 177,4 700
21 Mescleguer 183,4 800
22 Kerzaon 184,5 2000
23 Meshuel 190,6 700
24 Kerosven 194,1 800
25 Keradraon 198 1600
26 Meshuel 204,2 700

Favoriti Tro-Bro Léon 2021

Clicca qui per la startlist

Il percorso dovrebbe favorire i corridori da classiche del Nord o quelle ruote veloci che riusciranno a resistere alle varie difficoltà, con le condizioni meteo che potrebbero rendere ancora più selettiva ed incerta la corsa. Nel lotto dei favoriti spicca sicuramente il nome di Christophe Laporte (Cofidis), che ha già conquistato questa gara nel 2018 e che un paio di giorni fa ha trionfato al Circuito di Vallonia, mostrando una buona condizione. Il 28enne transalpino viene anche da un’ottima campagna del Nord, durante la quale ha dimostrato di essere più di un passista veloce.

Altri due corridori dotati di un ottimo spunto veloce, ma in grado anche di superare i numerosi ostacoli del tracciato, sono sicuramente Marc Sarreau (AG2R Citroën) e John Degenkolb (Lotto Soudal). Il primo ha già terminato la corsa nei primi dieci e l’altro giorno ha concluso alle spalle di Laporte il Circuito di Vallonia, oltre ad essersi imposto in più di una semiclassica del calendario francese negli scorsi anni, dimostrando quindi una certa confidenza con queste gare. Il secondo non può non essere considerato soprattutto per via del suo passato, che l’ha visto vittorioso in classiche come Parigi-Roubaix e Gand-Wevelgem, sebbene nelle ultime stagioni abbia faticato ad emergere. Il tracciato del Tro-Bro Léon sembra adattarsi bene al 32enne tedesco, che sarà all’esordio assoluto in questa gara.

Loro compagni di squadra sono Oliver Naesen (AG2R Citroën) e Philippe Gilbert (Lotto Soudal), specialisti delle classiche che in questa primavera hanno faticato parecchio (l’ex campione del mondo soprattutto per problemi fisici) ma che, data l’esperienza, non sono da sottovalutare per un possibile risultato. I due belgi potrebbero cercare di muoversi negli ultimi 50 chilometri, permettendo quindi a Sarreau e Degenkolb di attendere il finale per una possibile volata ristretta. Chi non può permettersi di attendere, invece, è il padrone di casa Warren Barguil (Arkea-Samsic), che sulle strade a lui familiari vorrà provare a mettersi in luce. Il 29enne bretone si è anche visto spesso all’attacco in questo inizio di 2021, che sembra avergli fatto tornare un po’ di fiducia dopo alcune annate no.

Tra i corridori che hanno già concluso tra i primi dieci questa corsa si segnalano Baptiste Planckaert (Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux), secondo nel 2019, e Alexandre Geniez (Total Direct Energie), vincitore nel 2015, che tuttavia non hanno particolarmente brillato nell’ultimo periodo, anche se l’esperienza potrebbe aiutarli a ottenere un risultato. Tra gli uomini dotati di un ottimo spunto veloce, attenzione invece a Luca Mozzato (B&B Hotels p/b KTM), che ha già ottenuto buoni risultati nelle semiclassiche del calendario europeo, e a Stanislaw Aniolkowski (Bingoal Pauwels Sauces WB), al quale manca solo la vittoria in questa primavera ricca di piazzamenti per lui.

Tra i corridori che potrebbero lottare per il successo possiamo infine inserire anche Amaury Capiot (Arkea-Samsic), Mauro Finetto, Eduard Grosu e Alessandro Fedeli (Delko), Kevin Geniets (Groupama-FDJ), Frederik Backaert (B&B Hotels p/b KTM), Guillaume Van Keirsbulck (Alpecin-Fenix), Piet Allegaert (Cofidis), Damien Touzé (AG2R Citroën), Tosh Van Der Sande (Lotto Soudal), Ludovic Robeet (Bingoal Pauwels Sauces WB), Mikel Aristi (Euskaltel-Euskadi) e Rasmus Tiller (Uno-X Pro Cycling Team).

Borsino dei Favoriti Tro-Bro Léon 2021

***** Christophe Laporte
**** Marc Sarreau, John Degenkolb
*** Oliver Naesen, Warren Barguil, Philippe Gilbert
** Baptiste Planckaert, Alexandre Geniez, Luca Mozzato, Stanislaw Aniolkowski
* Amaury Capiot, Piet Allegaert, Mauro Finetto, Kevin Geniets, Frederik Backaert

Meteo Tro-Bro Léon 2021

Pioggia. Possibilità di precipitazioni: 90%. Umidità relativa: 84%. Vento fino a 42 km/h in direzione NE. Temperatura prevista: minima 10°, massima 14°.

Altimetria e Planimetria Tro-Bro Léon 2021

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.