© Tour du Limousin

Incidenti, che paura per il giovane Andrea Ostolani e il prof Elie Gesbert

Ormai non sembra passare giorno senza un incidente ad un ciclista. Una realtà che purtroppo ormai ben tutti conosciamo, a partire dai semplici appassionati fino ai professionisti. Nella giornata di ieri sono state due delle italiane più famose del gruppo, la talentuosa Letizia Paternoster, che ha riportato la frattura della mano e di un dente, e la recordwoman dell’Ora Vittoria Bussi, per la quale si riportano solo contusioni, mentre oggi le notizie coinvolgono un giovane talento azzurro e un professionista francese. Il primo è lo sfortunatissimo Andrea Ostolani, che è stato investito da un’auto mentre rientrava a casa, riportando la sua terza frattura stagionale dopo che durante l’anno aveva già subito due fratture alla clavicola. Stavolta è toccato al radio, al quale verrà operato lunedì, in seguito all’impatto con lo specchietto di una macchina che lo ha proiettato contro il guard-rail. Per fortuna non è caduto, riuscendo ad evitare un infortunio ancora più grave, ma è evidente come l’impatto sia stato violento e poteva andare molto peggio con la vettura che andava a forte velocità mentre sorpassava le auto sull’altra corsia.

In Francia invece è Elie Gesbert ad aver vissuto un incidente simile. Il corridore della Arkéa – Samsic si stava allenando quando una vettura si è immessa rapidamente sulla sua corsia, senza rispettare la priorità. Anche lui colpito dal retrovisore dell’auto, è stato trasportato in ospedale in cui fortunatamente sono state escluse fratture. Il reperto radiologico riporta infatti una forte contusione alla mano, all’attaccatura del pollice, per la quale dovrà portare una stecca per circa due settimane.

Scopri l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.