Giro dell’Appennino 2023, Marc Hirschi: “Inizialmente ho sottovalutato Rodriguez, è stata molto dura rientrare”

Marc Hirschi conferma il suo bel rapporto con il nostro paese conquistando il Giro dell’Appennino 2023. Vincitore di tre corse lo scorso anno in Italia, il portacolori della UAE Team Emirates aggiunge quest’anno la storica corsa ligure con una bella azione nel  finale che gli permette di andare a riprendere Cristian Rodriguez (Arkéa-Samsic), per poi superarlo in una volata senza storia. Un successo importante per il corridore elvetico, che arriva a pochi giorni da un Giro di Svizzera in cui è tra gli uomini più attesi della formazione emiratina, in una delle poche occasioni in cui avrà modo di giocarsi le sue carte in prima persona nella massima divisione.

Sembra che l’Italia ti porti bene…
Mi piace molto l’Italia. Spesso i percorsi sono adatti a me, con salite ripide, ma non troppo lunghe, che creano corse dure, perfette per me.

Oggi corsa dura, ma ti sei gestito bene nel finale.
Forse ho fatto un piccolo errore nel lasciarlo andare all’inizio della salita, ma con la Intermarché che aveva ancora quattro uomini e la Arkéa aveva ancora altri uomini, forse ho sottovalutato un poco quanto fosse forte in salita. Ad un certo punto ho capito che dovevo muovermi in prima persona, altrimenti non saremmo mai rientrati. Mi sono tuffato a tutta in discesa e fortunatamente sono riuscito a recuperare qualcosa. Avevo 15 secondi arrivati in pianura, ma è stata durissima per chiudere. Poi fortunatamente sono stato più forte in volata

Ora sei pronto per le corse di casa…
Sì, farò prima il GP Gippingen, che è una corsa che mi piace molto, poi spero di potermi giocare la vittoria in qualche tappa del Giro di Svizzera.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio
Tappa 1 Tirreno-Adriatico 2024 LIVEAccedi
+