© BettiniPhoto

Giro della Toscana 2018, Moscon: “Le sensazioni in vista del Mondiale sono ottime”

Un’altra giornata da incorniciare per Gianni Moscon. Il corridore del Team Sky ha vinto il Giro della Toscana 2018, battendo in volata Romain Bardet (AG2R La Mondiale) dopo essersi tolto dalla ruota in salita uno scalatore del calibro di Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida). Il trentino ha dimostrato l’ottima condizione già palesata alla Coppa Agostoni 2018, con il successo che lo aveva riportato nel mondo del ciclismo dopo la squalifica rimediata al Tour de France 2018. Il classe ’94, tra i maggiori talenti del nostro ciclismo attuale, è ritornato con una gran gamba e moltissima motivazione, dopo una prima parte d’annata che non gli ha riservato tante soddisfazioni.

L’italiano ha raccontato la sua giornata ai microfoni di Rai Sport appena dopo l’arrivo: “Oggi è stata un’altra gara molto impegnativa, col Monte Serra da affrontare tre volte e che si è fatta sentire. Avevo sensazioni ottime, siamo rimasti in due e poi è entrato Domenico. In volata sono riuscito a vincere, è bellissimo. Più forte degli scalatori? Sto attraversando un ottimo periodo di forma e come sono andato in salita oggi ne è la prova”.

Moscon ha poi ringraziato il Team Sky, che gli ha dato la chance di essere capitano e l’ha messo nella posizione migliore, permettendogli anche di lanciare un chiaro messaggio al CT della nazionale Davide Cassani: Tutta la squadra ha fatto una grande prova, quando ha tirato Dunbar siamo rimasti in quattro e ho solo dovuto gestire il vantaggio. Le sensazioni in vista del Mondiale sono ottime, vediamo“. Infine i destinatari della dedica della sua vittoria, arrivata in un momento molto difficile: “Il pensiero va a tutti quelli che mi sono vicini, in particolare ai miei genitori e ai miei compagni italiani all’interno della squadra”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.