Caja Rural – Seguros RGA, le ambizioni per il 2020: “Vincere più dell’anno scorso e partecipare alla Vuelta a España”

È una delle tre formazioni Professional spagnole e nelle ultime stagioni ha conseguito al meglio l’obiettivo di farsi vedere nelle corse di livello mondiale, quando ne ha avuto la possibilità, oltre che di lasciare il segno in quelle “minori”. La Caja Rural-Seguros RGA riparte nel 2020 dopo aver salutato qualche pezzo pregiato (Alex Aranburu su tutti, passato all’Astana) e con ambizioni rinnovate, anche in virtù di un organico ringiovanito ma di matrice sempre battagliera. Nella scorsa stagione le vittorie globali sono state sette, alcune anche in contesti decisamente qualificati, come le due ottenute alla Vuelta Burgos. In casa biancoverde però l’ambizione è quella di fare altri passi avanti.

“Per il 2020 vogliamo superare il numero di vittorie dello scorso anno – dice il direttore sportivo Rubén Martínez in un’intervista a LaGuiadelCiclismo – Penso che abbiamo il potenziale per farlo. Cercheremo di vincere corse sapendo che è il miglior modo per lottare per un posto nella prova più importante del nostro calendario, ovvero la Vuelta a España. Questo è il principale obiettivo, essere di nuovo alla partenza della grande corsa a tappe iberica e spendere fino all’ultima stilla di energia per ottenere la vittoria di tappa che tanto aspettiamo. Ovviamente, vogliamo avere una marcata presenza nelle corse World Tour, in particolare al Giro dei Paesi Baschi, che è la nostra corsa di casa. Questo però senza trascurare alcuna competizione; come sempre andremo a tutte le gare mostrando la nostra competitività e il nostro modo di correre”.

Per la Caja Rural-Seguros RGA è un periodo di deciso rinnovamento: “Quest’anno non abbiamo più corridori che avevano un profilo ben definito, come Carlos Arroyo, Sergio Pardilla e Aranburu – ancora Martínez – Ma ci sono atleti con cui stiamo lavorando da molti anni e che devono fare il grande passo per iniziare a essere i leader della squadra. Parlo di corridori come Jonathan Lastra, Gonzalo Serrano, Cristian RodriguezÁlvaro Cuadros. E ovviamente ci aspettiamo molto dai nuovi arrivati: ciclisti come Orluis Aular e Alejandro Osorio sicuramente ci faranno vedere sprazzi delle loro gran qualità. Ma una delle chiavi della nostra squadra sarà Héctor Sáez, che speriamo riesca a crescere ulteriormente per dimostrare quello che ha nelle gambe. È un corridore buono per tutti i terreni, infaticabile”.

In casa Caja Rural c’è anche una significativa attesa per il giovanissimo colombiano Juan Fernando Calle, neoprofessionista di 20 anni: “Penso che si adatterà molto bene alla categoria, in bici ha grande coraggio anche se ci sono molti dettagli da rifinire. E – dice il ds della formazione biancoverde – confidiamo molto nelle qualità di Carmelo Urbano (22 anni, campione spagnolo U23 in carica) e Oier Lezkano (20 anni). Questi tre potrebbero essere le rivelazioni della nostra stagione”. Stagione che comincerà fra fine gennaio e inizio febbraio con le corse della Challenge Maiorca.

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.