Mondiali Pista Pruszkow 2019, prima giornata da incubo: a terra anche la Fidanza

La prima giornata dei Mondiali su Pista a Pruszkow 2019 si è chiusa nel peggiore dei modi per i colori azzurri. Dopo l’esclusione del quartetto maschile dalle otto squadre ammesse al primo round di semifinale a causa della caduta di Francesco Lamon, la sfortuna ha messo il bastone tra le ruote anche nella finale dello scratch femminile dove Martina Fidanza correva con fondate ambizioni di medaglia. Quando la gara era entrata nella fase finale con l’azzurra pronta a lanciare la volata conclusiva, si è verificata in curva la caduta di una decina di atlete che travolgeva anche Martina.

Un grande spavento, fortunatamente senza gravi conseguenze fisiche. Lapidario il commento del Ct Salvoldi“Oggi non è giornata. Martina avrebbe vinto. La conosco bene”. La gara è stata vinta dalla britannnica Elinor Barker davanti all’olandese Kirsten Wild e alla belga Jolien D’Hoore,

Sono stati assegnati anche i titoli della velocità a squadre. In campo maschile vittoria dell’Olanda ( Hoogland, Lavreysen, Van Den Berg) in 41”923, seconda la Francia (Bauge, Lafargue, Vigier Sebastien), terza la Russia, quarta la Germania. Titolo femminile all’Australia (Mcculloch, Morton), argento alla Russsia (Shmeleva, Voinova), bronzo alla Germania (Hinze, Welte).

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Crea la tua squadra ideale per la 12ª tappa del Giro 2019 e vinci 78€!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.