Mondiali Pista 2022, Viviani quarto dopo le prime due prove dell’omnium – Guazzini e Paternoster fuori dalle finali nell’inseguimento individuale

La quarta giornata dei Mondiali su Pista 2022 vede scendere in campo Elia Viviani. Questo pomeriggio, nel velodromo di Saint-Quentin-en-Yvelines, il veronese ha disputato le prime due prove dell’omnium, disciplina nella quale ha conquistato l’oro olimpico nel 2016 a Rio de Janeiro. Nella prima gara, lo scratch, il 33enne ha concluso al quinto posto alle spalle di Aaron Gate, Shunsuke Imamura, Kelland O’Brien (unici tre corridori ad aver guadagnato il giro) e del campione uscente Ethan Hayter, mentre l’azzurro ha chiuso al sesto posto la tempo race conquistata da Imamura. A metà gara, quindi, la classifica vede Viviani al quarto posto con 62 punti, a -10 dal terzo posto di Hayter e a -16 dal leader Imamura, con il veronese che questa sera potrà dunque andare nuovamente a caccia di una medaglia dopo il bronzo ottenuto un anno fa.

Letizia Paternoster e Vittoria Guazzini non disputeranno invece le finali per le medaglie nell’inseguimento individuale. La 23enne trentina, al rientro in gara dopo l’infortunio dello scorso agosto, ha fatto segnare l’ottavo tempo complessivo nelle qualifiche, coprendo i 3000 metri della prova in 3’25″660. Decimo crono, invece, per la 21enne toscana neocampionessa del mondo nell’inseguimento a squadre, che si è fermata a 3’27″852. A giocarsi l’oro saranno la tedesca Franziska Brausse, autrice del miglior tempo con 3’18″794, e la neozelandese Bryony Botha, mentre la finale per il bronzo vedrà contrapposte l’altra tedesca Mieke Kroger e la britannica Josie Knight.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button