© Mario Stiehl

Volta a Catalunya 2017, Valverde: “Non si tratta di una rivincita”

Alejandro Valverde non vuol parlare di rivincita. Declassato dal successo e leadership dopo la cronosquadre della Volta a Catalunya, il murciano si è rifatto oggi conquistando l’arrivo a La Molina. Il 101° successo in carriera del capitano della Movistar è arrivato al termine di un finale “molto rapido”, nel quale il gruppo è stato scremato dal forcing della Sky, che aveva ridotto a poche unità i possibili vincitori di giornata. Sfruttando il lavoro del compagno Marc Soler, per il quale ha parole al miele, l’Embatido ha dato sfoggio del suo talento, facendo esplodere tutta la sua potenza in arrivi come questo.

“Andavamo a tutta sin dagli ultimi 50 chilometri – racconta – Marc ha controllato tutto e nel finale, quando Yates è partito Martin lo ha seguito e io sono riuscito a superarlo. Ma non si tratta di una rivincita, semplicemente ho vinto e va bene così. Non voglio entrare nel merito della decisione dei giudici, tutti sanno cosa ne penso e non voglio entrarci. Oggi abbiamo vinto e basta”.

Tuttavia, a nuova domanda sulla decisione dei giudici, Valverde si sbottona un po’ di più: “I commissari hanno deciso e ormai è così, ma noi sappiamo di aver vinto onestamente. Durante la crono c’è sempre stato un commissario dietro di noi e ha detto che non ha visto niente, nessuna spinta. Certo, c’è stato un contatto, ma una spinta…?”

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.