Tour de France 2020, la Lotto Soudal perde subito John Degenkolb e Philippe Gilbert: nuova frattura alla rotula per il belga

La Lotto Soudal è tra le squadre che paga il prezzo più alto della complicata prima tappa del Tour de France 2020. John Degenkolb e Philippe Gilbert, le punte di diamante della squadra belga, non saranno infatti oggi al via della seconda tappa. Il tedesco è stato l’unico corridore a tagliare il traguardo di Nizza fuori tempo massimo di due minuti. Ritrovatosi da solo dopo una caduta, ha percorso 65 chilometri in solitaria ma non ha impietosito i giudici di gara che hanno deciso di non riammetterlo (anche se le sue condizioni probabilmente lo avrebbero costretto comunque al ritiro).

Più complessa la situazione di Gilbert al quale, visitato questa notte presso la Clinique Saint-Jean di Cagnes-sur-Mer, è stata riscontrata una frattura alla rotula del ginocchio sinistro. Si tratta dello stesso infortunio che gli capitò nel 2018, quando sempre al Tour de France finì fuori strada sulla discesa del Portet d’Aspet.

“Stavo correndo intorno alla ventesima posizione in gruppo quando sono caduti davanti a me – ha spiegato Gilbert – Sono riuscito a evitare quell’incidente. Ho superato due, tre corridori caduti e pensavo di essere al sicuro, ma poi sono caduti di nuovo e questa volta non sono riuscito a evitarli. Eravamo a terrà lì in 10-15 ragazzi… Immediatamente ho provato ad alzarmi, ma era impossibile. Ho aspettato lì circa due minuti, appoggiato a un guardrail. Poi sono partito da solo senza poter spingere davvero sui pedali. In un piccolo gruppo di corridori staccati sono riuscito a finire, senza poter aiutare gli altri. Soffrivo. Un dolore che ho riconosciuto dal 2018…”.

Partecipa al Fanta Giro d'Italia e scegli la tua squadra per la dodicesima tappa. Montepremi minimo di 500 euro!

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button