© Arkéa-Samsic

Parigi-Nizza 2020, Warren Barguil prova a giustificarsi: “Stavo decidendo se proseguire o abbandonare la corsa”

Warren Barguil accetta la squalifica, ma prova a giustificarsi. Il corridore della Arkéa-Samsic, infatti, al termine della tappa vinta da Maximilian Schachmann, è stato squalificato dalla Parigi-Nizza 2020 per aver sfruttato troppo a lungo la scia dell’ammiraglia durante la tappa in seguito a una caduta. Il transalpino si è giustificato spiegando che in quelle fasi era ancora intontito dalla caduta ed erano in corso riflessioni tra lui e il direttore sportivo sul proseguire o meno la corsa. Ovviamente questa giustificazione non è bastata alla giura, che ha estromesso il campione nazionale francese dalla corsa.

“Non mi lascerò abbattere – ha dichiarato sul suo profilo Instagram – Accetto la decisione dei commissari di escludermi dalla Parigi-Nizza, anche se questo è un danno per tutta la mia preparazione di inizio stagione. Non avevo cattive intenzioni e nemmeno il direttore sportivo. Ero solo un po’ intontito dopo la caduta e mi ero riparato dietro la macchina, era solo un momento di indecisione tra abbandonare o continuare la corsa. Auguro il meglio ai miei compagni e alla mia squadra per il seguito di questa Parigi – Nizza”.

Infine, il classe ’91 ha lanciato anche un appello ai suoi follower: “Per piacere, nessun brutto messaggio nei confronti degli arbitri del nostro sport, hanno solo applicato il regolamento. Anche se, ancora una volta, è dura per me e per la squadra”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.