© Sirotti

Lotto-Soudal, prima stagione nel World Tour positiva per Carl Fredrik Hagen: “Meglio di quanto mi aspettassi”

La stagione del ciclismo su strada si è ormai conclusa e per molti corridori è il momento di fare un bilancio dell’annata appena trascorsa. Tra coloro che possono guardare con positività a questo 2019 c’è certamente il norvegese Carl Fredrik Hagen, che ha concluso la sua prima stagione nel World Tour con la Lotto-Soudal, squadra in cui si era trasferito a inizio anno dopo quattro annate in formazioni Continental norvegesi. Un debutto tra i big positivo quello del 28enne che, soprattutto nella seconda metà del 2019, è riuscito a ottenere buoni risultati come il terzo posto nell’ultima tappa del Giro del Delfinato o il settimo in classifica generale al Tour of Guangxi appena conclusosi, anche se il risultato più importante è sicuramente l’ottavo posto finale alla Vuelta a España, suo primo Grande Giro corso.

Questa stagione è stata molto meglio di quanto mi aspettassi – esordisce Hagen a Cyclingnews – Era il mio primo anno a livello World Tour, quindi questo è stato un anno di apprendimento per me. Non mi aspettavo risultati, ma le cose sono andate alla grande per tutta la stagione. Inoltre, sento che sto ancora progredendo, sono molto felice. Volevo finire bene e adesso non vedo l’ora del prossimo anno”.

Un risultato per molti sorprendente quello alla Vuelta, che anche lo scalatore norvegese non si aspettava: “Non avevo mai corso più di otto giorni prima della Vuelta, quindi non sapevo come avrei reagito alle tre settimane. Prima della Vuelta mi sono detto che la top 20 sarebbe stata possibile se fosse andato tutto bene al 100%. E poi sono finito ottavo… Beh, se me l’avessero detto prima della gara, probabilmente avrei riso. Quindi sì, sono state tre settimane fantastiche per me e anche per la squadra. È un buon inizio per la mia carriera da professionista, su cui si può costruire per i prossimi anni”.

L’obiettivo per il 28enne è chiaro: “Voglio diventare un buon corridore da corse a tappe. Non solo nelle gare di una settimana, ma anche nei Grandi Giri. Questo è il mio obiettivo principale per il futuro. Voglio fare un GT e tante corse di una settimana la prossima stagione, saranno gli obiettivi principali. Sto iniziando a pensare al prossimo anno, ma non ho ancora pianificato i dettagli. Ci sono le Olimpiadi e i Mondiali con percorsi adatti a me, quindi quelle gare saranno di certo importanti”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.