Vuelta a España 2022, Juan Ayuso positivo al Covid-19 ma prosegue la corsa: “Il test PCR ha rilevato un rischio molto basso di infettività”

La Vuelta a España 2022 continua a fare i conti con i casi di Covid-19. A restituire un risultato positivo al test per il coronavirus questa mattina è stato Juan Ayuso, che attualmente si trova al quinto posto nella classifica generale del GT iberico. A differenza di tutti gli altri corridori risultati positivi negli scorsi giorni, però, il 19enne della UAE Team Emirates non abbandonerà la corsa; come spiegato dal medico della squadra emiratina, infatti, il giovane talento spagnolo è stato sottoposto a un test PCR che ha rivelato una bassa carica virale e un rischio molto basso di infettività, dunque, come già accaduto al Tour de France nei casi di Bob Jungels e Rafal Majka, Ayuso potrà continuare a gareggiare in accordo con i medici di gara e con l’UCI.

“Come da nostri protocolli interni Juan Ayuso è stato testato per il Covid-19 e questa mattina ha restituito un risultato positivo – le parole di Adrian Rotunno, medico della squadra – È asintomatico e analizzando il test PCR si è scoperto che aveva un rischio molto basso di infettività, simile a quei casi che abbiamo visto al Tour de France quest’anno. Abbiamo preso la decisione [di proseguire] in consultazione con i rappresentanti medici dell’organizzazione di gara e dell’UCI. Siamo a conoscenza del quadro clinico di Juan e stiamo monitorando da vicino la sua situazione”.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio