© Sirotti

Vuelta a España 2018, Pinot all’attacco: “Tappa folle, ci riproverò”

Thibaut Pinot è stato uno degli animatori dell’undicesima tappa della Vuelta a España 2018. Il capitano della Groupama-FDJ ha attaccato a circa 100 chilometri dall’arrivo, inserendosi nella fuga di giornata che poi è giunta all’arrivo. Il transalpino, essendo a soli 2’33” dalla Maglia Rossa di Simon Yates (Mitchelton-Scott), ha messo in apprensione un po’ tutti i big, che ovviamente non hanno lasciato troppo spazio al tentativo. L’ex maglia bianca al Tour ha dovuto prendere in mano le redini della fuga, attaccando in prima persona a più riprese e ricucendo su quasi tutti i tentativi degli avversari. Nel finale gli sono così venute a mancare le forze, con la tappa che è sfumata e con i big che hanno praticamente chiuso interamente il gap, ma le sensazione restano comunque positive.

È stata una tappa folle – ha ammesso Pinot – Ci ho provato, ma non è andata bene. Comunque ci riproverò più avanti. È stata una mossa tattica, una mossa da poker, e se fosse andata bene tanto meglio. Ma c’erano troppi corridori di team con i leader dietro per andare davvero d’accordo”.

La gamba è comunque apparsa piuttosto brillante: “Attaccare mi fa sentire bene, mi piace testare le mie sensazioni – ha continuato – Le gambe sono buone, il che fan ben sperare per le prossime tappe”.

 

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.