@UAETeamEmirates/Fizza

Bilancio Squadre 2021: UAE Team Emirates

Quella del 2021 è stata un’altra annata memorabile per l’UAE Team Emirates. Nonostante una vittoria in meno rispetto alla scorsa stagione (32 contro le 33 del 2020), la formazione emiratina si conferma una delle squadre di vertice del ciclismo mondiale portando a casa un altro Grande Giro, il Tour de France (il secondo consecutivo), e due classiche Monumento, la Liegi-Bastogne-Liegi e Il Lombardia. Comune denominatore di questi successi è naturalmente il fenomeno Tadej Pogacar, sempre più numero uno del ciclismo nonostante la giovane età, ma oltre allo sloveno sono comunque diversi i corridori del team che si sono messi in luce in questa stagione.

Cosa ha funzionato

Come detto, Tadej Pogacar è nuovamente il protagonista principale dell’annata della squadra emiratina. Con tredici successi, il 23enne è il corridore più vincente dell’anno sia in generale (dove condivide il primato con Primoz Roglic e Wout Van Aert) sia all’interno del team, di cui continuerà a essere il faro ancora per anni visto il rinnovo fino al 2027. Il fenomeno sloveno ottiene successi dall’inizio alla fine della stagione, aprendo le danze con la vittoria all’UAE Tour e proseguendo con la Tirreno-Adriatico e una fantastica Liegi-Bastogne-Liegi, dove allo sprint batte il campione del mondo Julian Alaphilippe. Dopo un periodo di riposo a maggio si presenta al via da favorito al Tour de France senza aver corso né Giro del Delfinato né Giro di Svizzera, classici appuntamenti in preparazione della Grande Boucle, ma partecipando alla corsa di casa, il Giro di Slovenia, che conquista con facilità.

In Francia, il 23enne fa sin da subito rispettare i pronostici, chiudendo i giochi per la classifica generale praticamente già al termine della prima settimana, conquistando infine la sua seconda Maglia Gialla consecutiva con tre vittorie di tappa e un vantaggio di più di cinque minuti sul secondo. Lo sloveno vola poi a Tokyo per partecipare alla prova in linea delle Olimpiadi, dove si presenta come uno dei favoriti e dove non sfigura riuscendo a conquistare una prestigiosa medaglia di bronzo. Dopo le fatiche della prima metà di stagione, nella seconda parte partecipa a meno gare, concentrando la preparazione sull’ultima Monumento dell’anno, Il Lombardia, che riesce a vincere battendo Fausto Masnada in uno sprint a due dopo aver attaccato a quasi 40 chilometri dall’arrivo, diventando inoltre il primo corridore dai tempi di Eddy Merckx a conquistare un Grande Giro e due classiche Monumento in una sola annata.

Il secondo corridore più vincente della squadra è ancora una volta Diego Ulissi, che quest’anno porta a casa quattro vittorie. Successi forse non di altissimo livello (una frazione al Giro di Slovenia e due tappe e la classifica finale alla Settimana Ciclistica Italiana), ma che acquistano grande valore in considerazione del difficile inverno vissuto dal 32enne, alle prese con un problema cardiaco fortunatamente risoltosi per il meglio. Oltre a questi quattro sigilli, la stagione del toscano è comunque di buon livello, con piazzamenti in top 10 in tappe del Giro di Romandia, del Giro d’Italia, del Giro di Polonia e in diverse corse del calendario italiano.

A quota quattro successi troviamo anche il velocista colombiano Juan Sebastian Molano, che nella prima parte dell’anno si fa notare soprattutto per qualche pasticcio in volata assieme al compagno di squadra e connazionale Gaviria, per il quale ha ricoperto il ruolo di ultimo uomo al Giro d’Italia. Decisamente meglio la seconda metà della stagione, nella quale trova due belle vittorie di tappa in due volate alla Vuelta a Burgos, ripetendosi poi con altrettanti successi al Giro di Sicilia. Nel mezzo, il 27enne riesce anche a sfiorare due volte il podio alla Vuelta a España, corsa che è poi costretto ad abbandonare al termine della prima settimana in seguito a una caduta.

Due successi a testa invece per Yousif Mirza, Ryan Gibbons Alexander Kristoff. Nel complesso, però, l’annata dei tre atleti è da valutare in maniera diversa per ciascuno di loro. Nel primo caso, infatti, si tratta della vittoria nei campionati nazionali emiratini dove la concorrenza non è certo agguerrita. Per il resto della stagione il corridore si sposta in Europa, dove però corre poco e raramente riesce a concludere la gara. Anche per quanto riguarda corridore sudafricano uno dei due successi arriva dai campionati nazionali (ha infatti conquistato la prova a cronometro), vinti dopo aver dominato con la maglia della nazionale i campionati africani in tutte le specialità. Gibbons riesce comunque poi ad essere protagonista anche in Europa, conquistando il Trofeo Calvia in occasione del Challenge Mallorca e ottenendo altri piazzamenti qua e là, come in occasione della ventesima tappa della Vuelta a España, quando va tutto il giorno in fuga per poi chiudere ottavo una volta raggiunto dai migliori.

Può essere considerata in maniera positiva anche la stagione di Kristoff. Il norvegese non sembra più essere quel corridore in grado di conquistare classiche monumento come Fiandre e Milano-Sanremo, ma riesce comunque a portare a casa risultati interessanti. Oltre ai due successi di tappa al Giro di Germania, infatti, arrivano piazzamenti importanti in varie corse anche di alto livello. In particolare, nel calendario WorldTour, sono da segnalare il sesto posto in una tappa della Parigi-Nizza, quello della Dwars door Vlaanderen e il podio centrato al GP di Francoforte.

Nei grandi giri, comunque, la squadra non si mette in mostra solo con il fenomeno sloveno, ma anzi riesce ad essere protagonista anche in terra italiana e spagnola vincendo una frazione in ciascuna corsa. Al Giro il successo arriva subito dopo tre tappe, quando Joe Dombrowski si impone sul traguardo di Sestola staccando Alessandro De Marchi al termine di una lunga fuga. Purtroppo per lui l’esperienza alla corsa rosa si interromperà soltanto due giorni dopo, quando innescherà la caduta che costringerà al ritiro anche Mikel Landa. Lo statunitense prova comunque a ripetersi alla Vuelta, dove riesce ad essere secondo sul Picon Blanco, alle spalle di Rein Taaramäe.

In Spagna, invece, il successo arriva grazie a Rafal Majka, che conquista la quindicesima tappa dopo una fuga solitaria di quasi 90 chilometri. Valutare la stagione del polacco solo sulla base di questa vittoria sarebbe, però, riduttivo: pur non ottenendo altri risultati di rilievo, infatti, il classe 1989 corre tutta la prima parte di stagione al servizio di Pogacar, rivelandosi uno dei più forti al fianco dello sloveno nelle impegnative salite del Tour de France. In questo compito di gregario si distingue sicuramente anche Davide Formolo, che si sacrifica in lungo e in largo per il compagno di squadra e vicino di casa, ma che riesce anche a prendersi alcune giornate di libertà dove dimostrare le sue qualità, come nel secondo posto alla Tre Valli Varesine.

Tornando al grande giro iberico, comunque, la squadra riesce ad essere protagonista anche in classifica generale, con il settimo posto ottenuto da David de la Cruz. Lo spagnolo arriva alla gara di casa dopo l’ottima quinta piazza alla Vuelta Burgos, riuscendo ad ottenere un buon risultato nell’arco delle tre settimane grazie a una buona costanza, cosa che gli permette di chiudere a ridosso dei migliori le ultime tappe di montagna.

In un ruolo di supporto ai capitani spicca, anche se in terreni completamenti diversi, pure la figura di Maximiliano Richeze. L’argentino si conferma come uno dei migliori pesci piloti del gruppo, anche se poi la squadra in volata raccoglie ben poco. Gli sforzi dell’ex Quick-Step sono comunque premiati in alcune occasioni, come per esempio al Giro di Sicilia con i due successi di Molano.

Contribuisce al bottino complessivo della squadra emiratina anche Matteo Trentin che riesce a conquistare il Trofeo Matteotti. Questo è l’unico successo del corridore di Pergine Valsugana che, comunque, riesce ad essere protagonista anche in primavera, quando sale sul gradino più basso del podio alla Gent-Wevelgem e alla Freccia del Brabante, anche se nella valutazione pesa la giornata deludente (ma bersagliata dalla sfortuna) vissuta al Fiandre. Dopo alcuni piazzamenti alla Vuelta, poi, il campione europeo del 2018 si mette in mostra in più gare del calendario italiano raccogliendo, oltre alla vittoria già menzionata, anche due quarti e due secondi posti. Questi risultati gli valgono anche la convocazione in azzurro sia per gli Europei che per i Mondiali; se nel corso della prima manifestazione riesce a dare una grossa mano a Sonny Colbrelli, una caduta lo costringe invece ad un amaro ritiro anticipato nel secondo caso, dopo comunque aver svolto un ottimo lavoro per i compagni di squadra.

L’ex campione del mondo Rui Costa non è riuscito ad esprimersi ai livelli di qualche stagione fa, ma quest’anno è riuscito ad essere protagonista soprattutto nel mese di giugno in terra elvetica. Dopo il secondo posto al GP Gippingen, infatti, il portoghese chiude in settima posizione il Giro di Svizzera, corsa alla quale sfiora anche il successo di tappa. Per il resto della stagione il classe 1986 mette tutta la sua classe e la sua esperienza a disposizione dei compagni più giovani.

La squadra, infatti, ha mostrato di saper guardare anche al futuro, con alcuni giovani che sono stati in grado di ritagliarsi spazi importanti. Tra i prospetti più interessanti  c’è sicuramente Alessandro Covi, autore di un grande Giro d’Italia. L’azzurro, infatti, riesce ad inserirsi più volte nella fuga giusta sfiorando anche il successo, come dimostrano il secondo posto a Montalcino e il terzo posto sullo Zoncolan. Il nativo di Borgomanero cerca la prima vittoria da professionista anche nel calendario italiano di fine stagione, ma ancora una volta colleziona tanti podi e piazzamenti che testimoniano il suo grande talento, ma non lo soddisfano appieno. Tra i tanti piazzamenti di prestigio è sicuramente da segnalare anche il quinto posto alla Classica San Sebastian.

A proposito di giovani, però, la notizia più lieta è soprattutto quella di Juan Ayuso. Lo spagnolo classe 2002 arriva in squadra solamente a metà giugno dopo aver dominato il calendario italiano Under 23 con la maglia della Colpack (squadra con la quale conquista anche il Giro d’Italia under 23). Nonostante la giovane età si mette subito in mostra tra i grandi: al Giro dell’Appenino, infatti, gara d’esordio, è subito tra i migliori in salita, e solo la grande esperienza di Luis Leon Sanchez gli impedisce di conquistare la prima vittoria in carriera alla Prueba Villafranca.

Non sono arrivati forse i successi sperati da Mikkel Bjerg, che comunque ottiene alcuni piazzamenti importanti come il terzo posto nella cronometro dell’UAE Tour, il settimo nella prova contro il tempo conclusiva della Grande Boucle e il quarto in quella del Giro di Polonia, distinguendosi soprattutto per il grande lavoro fatto per i compagni.

Buoni segnali anche da parte di Brand McNulty. Lo statunitense è protagonista fin da aprile al Giro dei Paesi Baschi, quando chiude in seconda posizione la cronometro di apertura e poi indossa la maglia gialla di leader della classifica generale per due giorni, salvo crollare nell’ultima e decisiva frazione. Arrivano comunque qua e là alcuni ottimi risultati, come il sesto posto nella prova in linea delle Olimpiadi dove è a lungo nell’azione decisiva assieme a Richard Carapaz. Buoni piazzamenti si registrano anche da parte di un corridore che è apparso in crescita durante l’anno, il portoghese Rui Oliveira, messosi in evidenza soprattutto alla Vuelta a España con tre top 10. In particolare, il 25enne sfiora il successo nella 19esima tappa dopo essere stato in fuga per tutta la giornata, venendo battuto solo da un Magnus Cort Nielsen in forma strepitosa.

Cosa non ha funzionato

Nonostante abbiano ottenuto una vittoria a testa, rispettivamente a Giro di Polonia Giro di Lussemburgo, non può essere valutata in maniera positiva la stagione di Fernando Gaviria e di Marc Hirsci. Il colombiano, infatti, non è riuscito neanche quest’anno a tornare a battagliare tra i migliori uomini del pianeta nelle volate. Per lui arrivano tanti piazzamenti (soprattutto tra Giro d’Italia e Giro di Vallonia), ma una sola vittoria non può certo soddisfare un corridore che era abituato a ben altri numeri.

Lo svizzero, invece, sembra la brutta copia del ciclista che l’anno scorso aveva sorpreso tutti. Arrivato solo a gennaio in questa squadra, l’inizio di stagione dell’elvetico è fortemente condizionato da problemi fisici che lo rallentano sostanzialmente fino al Tour de France. Nella seconda parte di stagione riesce poi a raccogliere un settimo posto al Benelux Tour e due secondi posti tra Giro di Lussemburgo (con tanto di vittoria di tappa) e Veneto Classic, ma questi non sono sicuramente i risultati che la squadra di Beppe Saronni si aspettava da lui quando lo ha strappato al Team DSM.

Anche quest’anno non sono arrivati i risultati attesi da Andres Camilo Ardila. Approdato in questa squadra dopo la vittoria al Giro d’Italia Under 23 del 2019, il colombiano non riesce neanche in questo 2021 ad esprimere tutto il suo potenziale in salita, rimandando ancora di un anno quel salto di qualità che tutti si aspettano da lui.

Stagione da dimenticare anche per Alexander Riabushenko. Il bielorusso, infatti, riesce a concretizzare poco nell’arco di tutto l’anno, con un terzo posto nella prima tappa del Tour of the Alps come miglior risultato: piazzamento a cui si aggiunge anche il secondo posto nella quarta tappa della Settimana Ciclistica Italiana, gara che, però, obiettivamente non presentava al via grossi rivali. Per il resto arrivano solo tanti ritiri o piazzamenti molto lontani dai migliori.

Sono mancati risultati di spessore anche per Jan Polanc che riesce a concretizzare molto poco in questa stagione. Al pari di Valerio Conti, lo sloveno si è comunque messo a disposizione dei compagni di squadra, lavorando molto e contribuendo quindi ai successi maggiori di Pogacar. Ci si sarebbe oggettivamente potuti aspettare di più, invece, da un corridore come Sven Erik Bystron, che riesce a ottenere solo qualche piazzamento (per lo più in corse minori) e che non sempre appare in grado di fornire il consueto appoggio al team.

Top/Flop

+++ Tadej Pogacar
++ Diego Ulissi
+ David de la Cruz
– Marc Hirschi
— Fernando Gaviria
— Alexander Riabushenko

Miglior Momento

Il miglior momento della stagione è senza ombra di dubbio il secondo successo consecutivo al Tour de France. Non solo, infatti, Pogacar è riuscito a confermarsi vincendo tre tappe, la maglia gialla, la maglia a pois e quella bianca come lo scorso anno, ma questa volta lo ha fatto con un’autorità e una superiorità imbarazzante per chiunque: una leadership che non è mai stata veramente in discussione e che conferma il talento cristallino del fenomeno sloveno.

Migliori Risultati

Vittorie
9/10/2021 SLO POGACAR Tadej 1.WT1 Ita Il Lombardia
29/09/2021 COL MOLANO BENAVIDES Juan Sebastian 2.1s Ita Giro di Sicilia, Stage 2 : Selinunte – Mondello
28/09/2021 COL MOLANO BENAVIDES Juan Sebastian 2.1s Ita Giro di Sicilia, Stage 1 : Avola – Licata
19/09/2021 ITA TRENTIN Matteo 1.1 Ita Trofeo Matteotti
15/09/2021 SUI HIRSCHI Marc 2.PSs Lux Tour de Luxembourg, Stage 2 : Steinfort – Esch-sur-Sûre
29/08/2021 NOR KRISTOFF Alexander 2.PSs Ger Deutschland Tour, Stage 4 : Erlangen – Nürnberg
29/08/2021 POL MAJKA Rafal GT2s Esp Vuelta a España, Stage 15 : Navalmoral de la Mata – El Barraco
27/08/2021 NOR KRISTOFF Alexander 2.PSs Ger Deutschland Tour, Stage 2 : Sangerhausen – Ilmenau
11/08/2021 COL GAVIRIA RENDON Fernando 2.WT2s Pol Tour de Pologne, Stage 3 : Sanok – Rzeszow
6/08/2021 COL MOLANO BENAVIDES Juan Sebastian 2.PSs Esp Vuelta a Burgos, Stage 4 : Roa – Aranda de Duero
4/08/2021 COL MOLANO BENAVIDES Juan Sebastian 2.PSs Esp Vuelta a Burgos, Stage 2 : Tardajos – Briviesca
18/07/2021 ITA ULISSI Diego 2.1 Ita Settimana Ciclistica Italiana
18/07/2021 SLO POGACAR Tadej GT1 Fra Tour de France
17/07/2021 ITA ULISSI Diego 2.1s Ita Settimana Ciclistica Italiana, Stage 4 : Cagliari -Cagliari
15/07/2021 SLO POGACAR Tadej GT1s Fra Tour de France, Stage 18 : Pau – Luz Ardiden
14/07/2021 ITA ULISSI Diego 2.1s Ita Settimana Ciclistica Italiana, Stage 1 : Alghero – Sassari
14/07/2021 SLO POGACAR Tadej GT1s Fra Tour de France, Stage 17 : Muret – Saint-Lary-Soulan Col de Portet
30/06/2021 SLO POGACAR Tadej GT1s Fra Tour de France, Stage 5 : Changé – Laval I.T.T.
13/06/2021 SLO POGACAR Tadej 2.PS Slo Tour of Slovenia
12/06/2021 ITA ULISSI Diego 2.PSs Slo Tour of Slovenia, Stage 4 : Ajdovscina – Nova Gorica
10/06/2021 SLO POGACAR Tadej 2.PSs Slo Tour of Slovenia, Stage 2 : Zalec – Celje
13/05/2021 RSA GIBBONS Ryan 1.1 Esp Trofeo Calvia
11/05/2021 USA DOMBROWSKI Joseph Lloyd GT2s Ita Giro d’Italia, Stage 4 : Piacenza – Sestola
25/04/2021 SLO POGACAR Tadej 1.WT1 Bel Liège – Bastogne – Liège
7/04/2021 SLO POGACAR Tadej 2.WT2s Esp Itzulia Basque Country, Stage 3 : Amurrio – Laudio/Ermualde
26/03/2021 UAE MIRZA AL-HAMMADI Yousif NCT5 Uae National Championships United Arab Emirates (Al Hamriya) I.T.T.
19/03/2021 RSA GIBBONS Ryan NCT3 Rsa National Championships South Africa (Swellendam) I.T.T.
16/03/2021 SLO POGACAR Tadej 2.WT1 Ita Tirreno – Adriatico
13/03/2021 SLO POGACAR Tadej 2.WT1s Ita Tirreno – Adriatico, Stage 4 : Terni – Prati di Tivo
6/03/2021 UAE MIRZA AL-HAMMADI Yousif NC5 Uae National Championships United Arab Emirates (Kalba) R.R.
27/02/2021 SLO POGACAR Tadej 2.WT3 Uae UAE Tour
23/02/2021 SLO POGACAR Tadej 2.WT3s Uae UAE Tour, Stage 3 : Al Ain – Jebel Hafeet
Totale: 32
Secondi posti
17/10/2021 SUI HIRSCHI Marc 1.1 Ita Veneto Classic
13/10/2021 ITA TRENTIN Matteo 1.1 Ita Giro del Veneto
11/10/2021 ITA TRENTIN Matteo 1.1 Ita Coppa Agostoni – Giro delle Brianze
5/10/2021 ITA FORMOLO Davide 1.PS Ita Tre Valli Varesine
4/10/2021 ITA COVI Alessandro 1.PS Ita Coppa Bernocchi
30/09/2021 ITA COVI Alessandro 2.1s Ita Giro di Sicilia, Stage 3 : Termini Imerese – Caronia
18/09/2021 SUI HIRSCHI Marc 2.PS Lux Tour de Luxembourg
3/09/2021 POR OLIVEIRA Rui Filipe Alves GT2s Esp Vuelta a España, Stage 19 : Tapia – Monforte de Lemos
27/08/2021 ITA TRENTIN Matteo GT2s Esp Vuelta a España, Stage 13 : Belmez – Villanueva de la Serena
21/08/2021 NOR KRISTOFF Alexander 2.PSs Nor Tour of Norway, Stage 3 : Jørpeland – Jørpeland
16/08/2021 USA DOMBROWSKI Joseph Lloyd GT2s Esp Vuelta a España, Stage 3 : Santo Domingo de Silos – Pico Blanco
10/08/2021 ITA ULISSI Diego 2.WT2s Pol Tour de Pologne, Stage 2 : Zamosc – Przemysl
6/08/2021 NOR KRISTOFF Alexander 2.PSs Nor Arctic Race of Norway, Stage 2 : Nordkjosbotn – Kilpisjärvi
5/08/2021 NOR KRISTOFF Alexander 2.PSs Nor Arctic Race of Norway, Stage 1 : Tromsø – Tromsø
25/07/2021 ESP AYUSO PESQUERA Juan 1.1 Esp Prueba Villafranca – Ordiziako Klasika
21/07/2021 COL GAVIRIA RENDON Fernando 2.PSs Bel Tour de Wallonie, Stage 2 : Zolder – Zolder
17/07/2021 BLR RIABUSHENKO Aliaksandr 2.1s Ita Settimana Ciclistica Italiana, Stage 4 : Cagliari -Cagliari
27/06/2021 ITA CONTI Valerio 1.1 Sui GP Citta di Lugano
27/06/2021 SLO POGACAR Tadej GT1s Fra Tour de France, Stage 2 : Perros-Guirec – Mûr-de-Bretagne
24/06/2021 ITA CONTI Valerio 1.1 Ita Giro dell’Appennino
20/06/2021 POR OLIVEIRA Rui Filipe Alves NC3 Por National Championships Portugal (Castelo Branco) R.R.
20/06/2021 SLO POLANC Jan NC1 Slo National Championships Slovenia (Koper) R.R.
18/06/2021 ESP DE LA CRUZ MELGAREJO David NCT2 Esp National Championships Spain (Busot) I.T.T.
17/06/2021 DEN BJERG Mikkel NCT2 Den National Championships Denmark (Give) I.T.T.
17/06/2021 SLO POLANC Jan NCT1 Slo National Championships Slovenia (Koper) I.T.T.
16/06/2021 SUI HIRSCHI Marc NCT3 Sui National Championships Switzerland (Lausanne) I.T.T.
13/06/2021 ITA ULISSI Diego 2.PS Slo Tour of Slovenia
12/06/2021 SLO POGACAR Tadej 2.PSs Slo Tour of Slovenia, Stage 4 : Ajdovscina – Nova Gorica
11/06/2021 POR COSTA Rui Alberto Faria 2.WT1s Sui Tour de Suisse, Stage 6 : Fiesch – Disentis-Sedrun
4/06/2021 POR COSTA Rui Alberto Faria 1.1 Sui GP Kanton Aargau – Gippingen
19/05/2021 ITA COVI Alessandro GT2s Ita Giro d’Italia, Stage 11 : Perugia – Montalcino
17/05/2021 COL GAVIRIA RENDON Fernando GT2s Ita Giro d’Italia, Stage 10 : Aquila – Foligno
16/05/2021 NOR KRISTOFF Alexander 1.1 Esp Trofeo Alcudia
15/05/2021 NOR LAENGEN Vegard Stake 1.1 Esp Trofeo Port d’Andratx – Mirador des Colomer
5/04/2021 USA MCNULTY Brandon 2.WT2s Esp Itzulia Basque Country, Stage 1 : Bilbao – Bilbao
14/03/2021 SLO POGACAR Tadej 2.WT1s Ita Tirreno – Adriatico, Stage 5 : Castellalto – Castelfidardo
25/02/2021 SLO POGACAR Tadej 2.WT3s Uae UAE Tour, Stage 5 : Fujairah – Jebel Jais
Totale: 37
Terzi posti
11/10/2021 ITA COVI Alessandro 1.1 Ita Coppa Agostoni – Giro delle Brianze
5/10/2021 SLO POGACAR Tadej 1.PS Ita Tre Valli Varesine
1/10/2021 ITA COVI Alessandro 2.1 Ita Giro di Sicilia
1/10/2021 ITA COVI Alessandro 2.1s Ita Giro di Sicilia, Stage 4 : Sant’Agata di Militello – Mascali
28/09/2021 ARG RICHEZE ARAQUISTAIN Maximiliano Ariel 2.1s Ita Giro di Sicilia, Stage 1 : Avola – Licata
19/09/2021 NOR KRISTOFF Alexander 1.WT3 Ger Rund um den Finanzplatz Eschborn – Frankfurt
15/09/2021 ITA ULISSI Diego 1.1 Ita Giro della Toscana – Memorial Alfredo Martini
14/09/2021 SUI HIRSCHI Marc 2.PSs Lux Tour de Luxembourg, Stage 1 : Luxembourg – Luxembourg
12/09/2021 COL GAVIRIA RENDON Fernando 1.PS Fra GP de Fourmies
31/08/2021 ITA TRENTIN Matteo GT2s Esp Vuelta a España, Stage 16 : Laredo – Santa Cruz de Bezana
29/08/2021 NOR KRISTOFF Alexander 2.PS Ger Deutschland Tour
4/08/2021 ITA TRENTIN Matteo 2.PSs Esp Vuelta a Burgos, Stage 2 : Tardajos – Briviesca
23/07/2021 COL GAVIRIA RENDON Fernando 2.PSs Bel Tour de Wallonie, Stage 4 : Neufchâteau – Fleurus
17/06/2021 SLO POGACAR Tadej NCT1 Slo National Championships Slovenia (Koper) I.T.T.
17/06/2021 COL ARDILA ORDOÑEZ Andres Camilo NCT2 Col National Championships Colombia (Risaralda) I.T.T.
11/06/2021 ITA TRENTIN Matteo 2.PSs Slo Tour of Slovenia, Stage 3 : Brezice – Krsko
10/06/2021 ITA ULISSI Diego 2.PSs Slo Tour of Slovenia, Stage 2 : Zalec – Celje
9/06/2021 POR OLIVEIRA Rui Filipe Alves 2.PSs Slo Tour of Slovenia, Stage 1 : Ptuj – Rogaska Slatina
1/06/2021 USA MCNULTY Brandon 2.WT1s Fra Critérium du Dauphiné, Stage 3 : Langeac – Saint-Haon-le-Vieux
22/05/2021 ITA COVI Alessandro GT2s Ita Giro d’Italia, Stage 14 : Citadella – Zoncolan
19/05/2021 NOR BYSTRØM Sven Erik 2.PSs Esp Vuelta a Andalucia / Ruta Del Sol, Stage 2 : Iznajar – Alcala la Real
29/04/2021 SUI HIRSCHI Marc 2.WT1s Sui Tour de Romandie, Stage 2 : La Neuville – Saint-Imier
19/04/2021 BLR RIABUSHENKO Aliaksandr 2.PSs Ita Tour of the Alps, Stage 1 : Brixen – Innsbruck
14/04/2021 ITA TRENTIN Matteo 1.PS Bel Brabantse Pijl
10/04/2021 SLO POGACAR Tadej 2.WT2 Esp Itzulia Basque Country
8/04/2021 USA MCNULTY Brandon 2.WT2s Esp Itzulia Basque Country, Stage 4 : Gasteiz – Hondarribia
6/04/2021 SLO POGACAR Tadej 2.WT2s Esp Itzulia Basque Country, Stage 2 : Zalla – Sestao
28/03/2021 ITA TRENTIN Matteo 1.WT2 Bel Gent – Wevelgem
27/03/2021 COL MOLANO BENAVIDES Juan Sebastian 2.WT2s Esp Volta a Catalunya, Stage 6 : Tarragona – Mataro
10/03/2021 COL GAVIRIA RENDON Fernando 2.WT1s Ita Tirreno – Adriatico, Stage 1 : Lido di Camaiore – Lido di Camaiore
22/02/2021 DEN BJERG Mikkel 2.WT3s Uae UAE Tour, Stage 2 : Al Hudayriat I.T.T.
Totale: 31


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *