Tour de France Femmes 2022, colpo doppio di Marianne Vos su Silvia Persico! Splendide Elisa Balsamo ed Elisa Longo Borghini

Finale spettacolare per la seconda tappa del Tour de France Femmes 2022. A conquistare la seconda frazione è Marianne Vos (Jumbo-Visma), che regola un gruppetto di quattro cicliste tra le quali anche Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo)  e Silvia Persico (Valcar Travel & Service), ottima seconda, mentre nel finale si è staccata Elisa Balsamo (Trek-Segafredo), che ha fatto un grandissimo lavoro in favore della sua compagna di squadra per permetterli di guadagnare tempo prezioso in classifica generale. Regolato da Lorena Wiebes (Team DSM), il gruppo con gran parte delle favorite per la classifica generale, è arrivato al traguardo con un ritardo di  29 secondi.

La corsa parte sotto gli occhi di Tadej Pogacar, venuto a tifare per la sua compagna Urska Zigart (Team BikeExchange-Jayco), con la fuga di giornata che si forma sin dai primi allunghi. A comporla sono Femke Gerritse (Parkhotel Valkenburg), Rotem Gafinovitz (Roland Cogeas Edelweiss Squad), Marit Raaijmakers (Human Powered Health) e Sabrina Stultiens (Liv Racing-Xstra), che rapidamente riescono a guadagnare due minuti di vantaggio ai piedi della prima salita di giornata, accrescendo il loro margine fino a tre minuti al termine della prima ora di corsa.

Con il vento che comincia a soffiare in maniera importante, in gruppo aumenta il nervosismo e Team DSM, FDJ – Suez – Futuroscope, Trek – Segafredo e Jumbo – Visma che si portano in testa per tenere al sicuro le proprie capitane. Alcune ragazze cominciano così rapidamente a perdere terreno, mentre Trek – Segafredo e FDJ sembrano le più decise a provare a formare un ventaglio che possa far esplodere il gruppo. Inevitabilmente il distacco delle battistrada comincia a calare, e malgrado un calo di intensità in base anche alla direzione del vento, il gruppo finisce per riprendere le attaccanti del mattino già a 80 chilometri dalla conclusione.

Se qualcuna potrebbe pensare di voler rilanciare la propria azione, il ritmo resta troppo elevato e non c’è modo di attaccare grazie al controllo di Team DSM e Jumbo – Visma. Con l’avvicinarsi del primo passaggio al traguardo il nervosismo aumenta e questo provoca una inevitabile caduta a 30 chilometri dalla conclusione, con una decina di cicliste coinvolte. Mentre davanti è la Maglia Bianca Maike van der Duin (Le Col-Wahoo) ad attaccare, isolandosi in testa alla corsa, il gruppo viene scosso da una nuova caduta, che vede Marta Cavalli (FDJ – Suez – Futuroscope) tra le vittime più importanti, venendo colpita in pieno da Nicole Frain (Parkhotel Valkenburg) che non fa in tempo a frenare. L’azzurra riprende la strada, ma si mostra visibilmente frastornata e finirà con il ritirarsi inevitabilmente.

In gruppo intanto anche la sua compagna Cecilie Uttrup Ludwig viene coinvolta in una nuova caduta poco prima del primo passaggio al traguardo, che vede Van der Duin sempre in testa per 15 secondi su un gruppo che al traguardo volante viene regolato da Lorena Wiebes. Subito dopo nasce un sorprendente allungo di alcune big, tra le quali Marianne Vos (Jumbo-Visma), accompagnata da Elisa Longo Borghini, Elisa Balsamo (Trek-Segafredo), Kasia Niewiadoma (Canyon//Sram Racing) e Silvia Persico (Valcar – Travel & Service), che rapidamente si riportano sulla leader della corsa entrando nei venti chilometri conclusivi.

Il loro vantaggio si fa rapidamente interessante, sfiorando velocemente i 30 secondi. La più convinta nell’azione è la campionessa del mondo, che richiama spesso le compagne di avventura per collaborare in una azione dai più interessi, in cui si confondono e incrociano successo di tappa e classifica generale. Dopo lo splendido lavoro, la maglia iridata si lascia sfilare nell’ultimo chilometro, con Elisa Longo Borghini che prova ad allungare, staccando anche la Van Der Duin, che comunque non molla. Compreso che le altre le restano a ruota, la ciclista torinese rallenta il ritmo, con la Niewiadoma, altra interessata alla classifica, che a quel punto si porta al comando. Il ritmo tuttavia è più blando e la Maglia Bianca rientra, provando subito un allungo che è Marianne Vos a rintuzzare con facilità.

La leggenda neerlandese si muove perfettamente in un finale cucito su misura per lei e non sbaglia neanche i tempi del suo sprint, che le permette di migliorare il secondo posto di ieri andando anche ad indossare la Maglia Gialla. Bel secondo posto per Silvia Persico, che nel giorno del suo 25° compleanno conferma il salto di qualità, con Niewiadoma a completare il podio davanti a Longo Borghini, nel finale esplosivo leggermente distanziata.

Risultato Tappa 1 Tour de France Femmes 2022

Classifica Generale Tour de France 2022

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button