LINK UTILI GIRO D'ITALIA 2021
GUIDASTARTLISTNOTIZIERISULTATICLASSIFICA
© LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Alpozzi

Milano-Sanremo 2020, Wout Van Aert regola Julian Alaphilippe! Quinto Giacomo Nizzolo

Finale mozzafiato per la Milano – Sanremo 2020. Il portacolori della Jumbo-Visma regola in uno sprint a due Julian Alaphilippe (Deceuninck-QuickStep) con il quale ha fatto la differenza sul Poggio, dove il francese era anche riuscito a staccarlo. Il belga è invece rientrato in discesa, con i due che collaborano nel tratto di pianura per riuscire ad anticipare il gruppo, giunto subito dietro e regolato da Michael Matthews (Sunweb) davanti a Peter Sagan (Bora-hansgrohe) e Giacomo Nizzolo (NTT Pro Cycling).

Dopo i primi dieci chilometri di trasferimento, che conteranno anche quelli nelle gambe dei corridori, il primo attacco è quello giusto. Il gruppo infatti lascia partire di buon grado Mattia Bais (Androni-Sidermec), Manuele Boaro (Astana), Fabio Mazzucco, Alessandro Tonelli (Bardiani CSF Faizanè), Damiano Cima (Gazprom – RusVelo), Héctor Carretero (Movistar) e Marco Frapporti (Vini Zabù – KTM). Sette uomini che facilmente riescono a guadagnare fino a 6’50” nelle fasi iniziali di corsa, prima che le squadre degli uomini più attesi inizino a contenere il ritardo. A quel punto il distacco inizia ad oscillare intorno ai 6’30” per i primi 100 chilometri di corsa.

Andando verso Niella Belbo il plotone si attiva e inizia a rosicchiare lentamente ma costantemente terreno ai leader. Jumbo-Visma, Deceuninck-Quick-Step e Lotto Soudal, con qualche incursione della Groupama-FDJ, si incaricano dell’inseguimento, scollinando con poco meno di 5 minuti di ritardo per poi continuare a guadagnare nel tratto in discesa verso la seconda zona di rifornimento fisso, a cui transitano con 3’30” da recuperare sui battistrada. Il primo colpo di scena avviene però a poco meno di 90 chilometri dal traguardo, quando Matteo Trentin (CCC), uno dei possibili protagonisti, rimane coinvolto in una caduta ed è costretto al ritiro: il vicecampione del mondo abbandona la corsa salendo sull’ambulanza (perfettamente cosciente e sulle sue gambe), con un probabile infortunio alla spalla.

Sul Colle di Nava i fuggitivi, che nel frattempo avevano perso terreno, aumentano il loro ritmo e riescono a riportare il loro margine a 2’40”. A farne le spese è soprattutto Carretero, che perde contatto dalla testa nell’ultimo tratto della salita. Proprio poco prima dello scollinamento il plotone incrementa il proprio passo per la bagarre dei vari team nel prendere la discesa nelle prime posizioni: il margine crolla quindi a 1’30”, mentre un Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) brillante traccia le traiettorie in testa al gruppo nel tratto più tecnico, insieme a un Dececuninck-Quick-Step.

A circa 60 chilometri dall’arrivo Nicola Conci (Trek-Segafredo) sfrutta un tratto in leggera salita per provare ad attaccare. Il giovane scalatore guadagna qualche secondo ma non trova compagni di avventura, ed è costretto a desistere dopo qualche chilometro. Davanti invece anche Mazzucco perde contatto, mentre un allungo di Tonelli e Bais viene rintuzzato da Cima, Boaro e Frapporti non appena la strada torna pianeggiante. I cinque superstiti procedono insieme fino a quando il gruppo accelera ulteriormente nell’avvicinamento alla Cipressa. Boaro prova l’allungo d’orgoglio, ma già a 35 km dal traguardo il plotone risulta compatto. Sfortunato invece Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick-Step), che accusa un problema meccanico proprio in questa fase: il campione in carica rientra in gruppo dopo aver speso qualche energia.

Sulla Cipressa accende la miccia Loic Vliegen (Circus Wanty-Gobert), che attacca appena la strada inizia a salire. Su di lui si riporta Jacopo Mosca (Trek-Segafredo), e la coppia guadagna fino a 20″. Da dietro invece è molto attivo Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), i cui tentativi vengono però sempre respinti dal gruppo. Il ritmo elevato costa caro a Caleb Ewan (Lotto Soudal) e Fernando Gaviria (UAE Team Emirates), i primi velocisti puri costretti ad alzare bandiera bianca. Appena dopo lo scollinamento il gruppo rientra sui due attaccanti, ma in discesa parte l’attacco di Daniel Oss (Bora-Hansgrohe). Il trentino guadagna subito una decina di secondi, mentre si muovono con un po’ di ritardo Alexey Lutsenko (Astana) e di nuovo Mosca, che stanno in avanscoperta un paio di chilometri prima di venire ripresi.

La Deceuninck – QuickStep si mette così decisa in testa al gruppo, con Bob Jungels a cercare di far valere le sue doti di cronoman. Daniel Oss entra così nei dieci chilometri conclusivi con un vantaggio di dieci secondi sul gruppo, sempre tirato dalla formazione belga. Il trentino si alza tuttavia poco dopo, con la Ag2r La Mondiale che forza ulteriormente l’andatura, affiancata da Alpecin – Fenix e Ineos in una grande battaglia per arrivare in testa sul Poggio. Appena la strada sale è Gianni Moscon a scattare, seguito subito da Zdenek Stybar (Deceuninck – QuickStep) e Koen de Koert (Trek-Segafredo).  L’azione si esaurisce in poco tempo, ma è Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo) a rilanciare seguito da Aimé De Gendt (Circus-Wanty Gobert) che rilancia ulteriormente.

Il ritmo infernale porta, uno ad uno, a staccare gran parte dei velocisti, mentre l’accelerazione più decisa, quando arriva il tratto più ripido è di Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo), annullando così l’attacco del belga. Alla sua ruota si porta subito Julian Alaphilippe (Deceuninck-QuickStep), seguito da Wout Van Aert (Jumbo-Visma). Quando il francese rilancia il belga è l’unico in grado di seguirlo, mentre Nibali stringe i denti cercando di reggere il ritmo di Michal Kwiatkowski (Ineos) partito forse troppo tardi, non riuscendo a colmare il buco dalla coppia di testa.

La successiva accelerazione di Alaphilippe gli permette di staccare Van Aert, ma il belga non si scompone e si tiene a poca distanza, scollinando solamente a tre secondi. Dietro invece è Davide Formolo (UAE Team Emirates) a cercare di rientrare, sfilacciando ulteriormente un gruppo ormai composto da appena una dozzina di corridori. Nella discesa Van Aert rientra su Alaphilippe, con i due che subito trovano l’intesa per collaborare, mentre dietro di loro è sempre Formolo a cercare di chiudere, restando a lungo intorno ai cinque secondi.

A cercare di supportare il campione italiano arriva anche un ottimo discesista come Matej Mohoric (Bahrain-McLaren), ma la coppia di testa riesce a conservare ancora un piccolo vantaggio. In pianura ovviamente i big dietro non si muovono in prima persona, concedendo un rallentamento che si rivelerà propizio per i due attaccanti. Entrando nell’ultimo chilometro Alaphilippe decide di non dare più alcun cambio, ma Van Aert nuovamente reagisce con freddezza, decidendo di proseguire a tutta, senza guardarsi indietro. Il gruppo si avvicina, ma ormai è tardi e quando Van Aert lancia la volata si capisce che è sfida a due, malgrado il tardivo lavoro dietro di Bahrain-McLaren e Sunweb.

Risultato Milano – Sanremo 2020

 

1 211 VAN AERT Wout JUMBO - VISMA BEL 7h16’09”
2 1 ALAPHILIPPE Julian DECEUNINCK - QUICK - STEP FRA ‘ ‘
3 221 MATTHEWS Michael TEAM SUNWEB AUS 02″
4 71 SAGAN Peter BORA - HANSGROHE SVK ‘ ‘
5 181 NIZZOLO Giacomo NTT PRO CYCLING TEAM ITA ‘ ‘
6 165 SMITH Dion MITCHELTON - SCOTT NZL ‘ ‘
7 42 ARANBURU DEBA Alex ASTANA PRO TEAM ESP ‘ ‘
8 81 VAN AVERMAET Greg CCC - TEAM BEL ‘ ‘
9 154 GILBERT Philippe LOTTO SOUDAL BEL ‘ ‘
10 55 MOHORIC Matej BAHRAIN - MCLAREN SLO ‘ ‘
11 15 VENDRAME Andrea AG2R LA MONDIALE ITA ‘ ‘
12 254 * POGAČAR Tadej UAE TEAM EMIRATES SLO ‘ ‘
13 21 VAN DER POEL Mathieu ALPECIN - FENIX NED ‘ ‘
14 11 NAESEN Oliver AG2R LA MONDIALE BEL ‘ ‘
15 201 KWIATKOWSKI Michal TEAM INEOS POL ‘ ‘
16 252 FORMOLO Davide UAE TEAM EMIRATES ITA ‘ ‘
17 174 * JORGENSON Matteo MOVISTAR TEAM USA ‘ ‘
18 111 BETTIOL Alberto EF PRO CYCLING ITA ‘ ‘
19 6 ŠTYBAR Zdeněk DECEUNINCK - QUICK - STEP CZE ‘ ‘
20 223 BENOOT Tiesj TEAM SUNWEB BEL ‘ ‘
21 92 DE GENDT Aime CIRCUS - WANTY GOBERT BEL ‘ ‘
22 45 IZAGIRRE INSAUSTI Gorka ASTANA PRO TEAM ESP ‘ ‘
23 241 NIBALI Vincenzo TREK - SEGAFREDO ITA ‘ ‘
24 131 DEMARE Arnaud GROUPAMA - FDJ FRA ‘ ‘
25 52 CARUSO Damiano BAHRAIN - MCLAREN ITA ‘ ‘
26 166 * STANNARD Robert MITCHELTON - SCOTT AUS 08″
27 25 SBARAGLI Kristian ALPECIN - FENIX ITA 13″
28 266 ROTA Lorenzo VINI ZABU' KTM ITA ‘ ‘
29 235 TURGIS Anthony TOTAL DIRECT ENERGIE FRA 14″
30 243 CICCONE Giulio TREK - SEGAFREDO ITA ‘ ‘
31 82 DE MARCHI Alessandro CCC - TEAM ITA 16″
32 205 SWIFT Ben TEAM INEOS GBR 27″
33 203 MOSCON Gianni TEAM INEOS ITA 30″
34 93 MEURISSE Xandro CIRCUS - WANTY GOBERT BEL 36″
35 176 VILLELLA Davide MOVISTAR TEAM ITA 57″
36 123 CANOLA Marco GAZPROM - RUSVELO ITA ‘ ‘
37 234 SOUPE Geoffrey TOTAL DIRECT ENERGIE FRA 01’03”
38 192 BOUHANNI Nacer TEAM ARKEA FRA ‘ ‘
39 101 VIVIANI Elia COFIDIS ITA 01’24”
40 141 BOIVIN Guillaume ISRAEL START - UP NATION CAN ‘ ‘
41 91 BAKELANTS Jan CIRCUS - WANTY GOBERT BEL ‘ ‘
42 94 PASQUALON Andrea CIRCUS - WANTY GOBERT ITA ‘ ‘
43 126 VELASCO Simone GAZPROM - RUSVELO ITA ‘ ‘
44 112 CLARKE Simon EF PRO CYCLING AUS 01’26”
45 212 JANSEN Amund Grondahl JUMBO - VISMA NOR 01’28”
46 232 BONIFAZIO Niccolo TOTAL DIRECT ENERGIE ITA 01’46”
47 242 BRAMBILLA Gianluca TREK - SEGAFREDO ITA ‘ ‘
48 96 VLIEGEN Loic CIRCUS - WANTY GOBERT BEL 01’57”
49 84 MASNADA Fausto CCC - TEAM ITA 02’14”
50 261 VISCONTI Giovanni VINI ZABU' KTM ITA ‘ ‘
51 73 BURGHARDT Marcus BORA - HANSGROHE GER 02’42”
52 135 KUNG Stefan GROUPAMA - FDJ SUI ‘ ‘
53 72 BENEDETTI Cesare BORA - HANSGROHE ITA 02’43”
54 185 KREUZIGER Roman NTT PRO CYCLING TEAM CZE 03’44”
55 41 LUTSENKO Alexey ASTANA PRO TEAM KAZ ‘ ‘
56 222 ARNDT Nikias TEAM SUNWEB GER ‘ ‘
57 225 KRAGH ANDERSEN Soren TEAM SUNWEB DEN ‘ ‘
58 236 VAN GESTEL Dries TOTAL DIRECT ENERGIE BEL ‘ ‘
59 215 ROOSEN Timo JUMBO - VISMA NED ‘ ‘
60 3 BENNETT Sam DECEUNINCK - QUICK - STEP IRL 04’26”
61 246 MOSCA Jacopo TREK - SEGAFREDO ITA 04’46”
62 204 PUCCIO Salvatore TEAM INEOS ITA ‘ ‘
63 51 COLBRELLI Sonny BAHRAIN - MCLAREN ITA ‘ ‘
64 16 WARBASSE Lawrence AG2R LA MONDIALE USA ‘ ‘
65 116 WOODS Michael EF PRO CYCLING CAN 04’56”
66 83 KOCH Jonas CCC - TEAM GER ‘ ‘
67 162 EDMONDSON Alexander MITCHELTON - SCOTT AUS ‘ ‘
68 195 RUSSO Clement TEAM ARKEA FRA 05’05”
69 163 * KONYCHEV Alexander MITCHELTON - SCOTT ITA ‘ ‘
70 56 TEUNS Dylan BAHRAIN - MCLAREN BEL ‘ ‘
71 76 OSS Daniel BORA - HANSGROHE ITA ‘ ‘
72 2 ASGREEN Kasper DECEUNINCK - QUICK - STEP DEN ‘ ‘
73 5 JUNGELS Bob DECEUNINCK - QUICK - STEP LUX ‘ ‘
74 202 GANNA Filippo TEAM INEOS ITA ‘ ‘
75 75 GROSSSCHARTNER Felix BORA - HANSGROHE AUT ‘ ‘
76 183 GOGL Michael NTT PRO CYCLING TEAM AUT ‘ ‘
77 264 MARENGO Umberto VINI ZABU' KTM ITA 05’47”
78 104 LEMOINE Cyril COFIDIS FRA ‘ ‘
79 13 NAESEN Lawrence AG2R LA MONDIALE BEL 06’21”
80 14 VANDENBERGH Stijn AG2R LA MONDIALE BEL ‘ ‘
81 146 ZABEL Rick ISRAEL START - UP NATION GER ‘ ‘
82 144 HOLLENSTEIN Reto ISRAEL START - UP NATION SUI ‘ ‘
83 253 KRISTOFF Alexander UAE TEAM EMIRATES NOR ‘ ‘
84 33 GAVAZZI Francesco ANDRONI GIOCATTOLI - SIDERMEC ITA 08’43”
85 244 * CONCI Nicola TREK - SEGAFREDO ITA ‘ ‘
86 175 SEPULVEDA Eduardo MOVISTAR TEAM ARG ‘ ‘
87 233 PETIT Adrien TOTAL DIRECT ENERGIE FRA ‘ ‘
88 136 SINKELDAM Ramon GROUPAMA - FDJ NED 09’24”
89 132 SCOTSON Miles GROUPAMA - FDJ AUS ‘ ‘
90 142 CIMOLAI Davide ISRAEL START - UP NATION ITA ‘ ‘
91 251 GAVIRIA RENDON Fernando UAE TEAM EMIRATES COL ‘ ‘
92 46 MARTINELLI Davide ASTANA PRO TEAM ITA 09’47”
93 53 GARCIA CORTINA Ivan BAHRAIN - MCLAREN ESP 10’59”
94 65 * SAVINI Daniel BARDIANI CSF FAIZANE' ITA ‘ ‘
95 26 THWAITES Scott ALPECIN - FENIX GBR ‘ ‘
96 105 SABATINI Fabio COFIDIS ITA ‘ ‘
97 263 GONZALEZ Roberto VINI ZABU' KTM PAN ‘ ‘
98 245 DE KORT Koen TREK - SEGAFREDO NED ‘ ‘
99 184 HUNDAHL Michael Valgren NTT PRO CYCLING TEAM DEN ‘ ‘
100 182 HAGEN Edvald Boasson NTT PRO CYCLING TEAM NOR ‘ ‘
101 115 NIELSEN Magnus Cort EF PRO CYCLING DEN ‘ ‘
102 103 LAPORTE Christophe COFIDIS FRA ‘ ‘
103 133 GUARNIERI Jacopo GROUPAMA - FDJ ITA ‘ ‘
104 44 FRAILE MATARRANZ Omar ASTANA PRO TEAM ESP ‘ ‘
105 23 LEYSEN Senne ALPECIN - FENIX BEL 13’39”
106 155 MAES Nikolas LOTTO SOUDAL BEL ‘ ‘
107 214 MARTENS Paul JUMBO - VISMA GER ‘ ‘
108 4 DECLERCQ Tim DECEUNINCK - QUICK - STEP BEL ‘ ‘
109 32 BAIS Mattia ANDRONI GIOCATTOLI - SIDERMEC ITA ‘ ‘
110 152 DE BUYST Jasper LOTTO SOUDAL BEL ‘ ‘
111 213 LINDEMAN Bert-Jan JUMBO - VISMA NED ‘ ‘
112 63 FIORELLI Filippo BARDIANI CSF FAIZANE' ITA ‘ ‘
113 151 EWAN Caleb LOTTO SOUDAL AUS ‘ ‘
114 124 * CIMA Imerio GAZPROM - RUSVELO ITA ‘ ‘
115 122 BOEV Igor GAZPROM - RUSVELO RUS ‘ ‘
116 31 BAGIOLI Nicola ANDRONI GIOCATTOLI - SIDERMEC ITA ‘ ‘
117 66 TONELLI Alessandro BARDIANI CSF FAIZANE' ITA ‘ ‘
118 125 KURIYANOV Stepan GAZPROM - RUSVELO RUS ‘ ‘
119 255 RICHEZE Maximiliano Ariel UAE TEAM EMIRATES ARG ‘ ‘
120 256 TROIA Oliviero UAE TEAM EMIRATES ITA ‘ ‘
121 194 PICHON Laurent TEAM ARKEA FRA ‘ ‘
122 106 VANBILSEN Kenneth COFIDIS BEL ‘ ‘
123 172 CATALDO Dario MOVISTAR TEAM ITA ‘ ‘
124 85 SCHAR Michael CCC - TEAM SUI ‘ ‘
125 164 MEYER Cameron MITCHELTON - SCOTT AUS ‘ ‘
126 114 DOCKER Mitchell EF PRO CYCLING AUS ‘ ‘
127 34 RESTREPO VALENCIA Jhonatan ANDRONI GIOCATTOLI - SIDERMEC COL ‘ ‘
128 22 DE BONDT Dries ALPECIN - FENIX BEL 15’01”
129 191 BOUDAT Thomas TEAM ARKEA FRA 15’02”
130 161 ALBASINI Michael MITCHELTON - SCOTT SUI 15’05”
131 196 VACHON Florian TEAM ARKEA FRA ‘ ‘
132 95 VAN POPPEL Danny CIRCUS - WANTY GOBERT NED ‘ ‘
133 193 MCLAY Daniel TEAM ARKEA GBR ‘ ‘
134 262 FRAPPORTI Marco VINI ZABU' KTM ITA ‘ ‘
135 61 ALBANESE Vincenzo BARDIANI CSF FAIZANE' ITA ‘ ‘
136 113 CRADDOCK G Lawson EF PRO CYCLING USA ‘ ‘
137 224 BOL Cees TEAM SUNWEB NED