© Sirotti

Innsbruck 2018, Alaphilippe non cerca alibi: “Sono deluso, nel finale sono esploso”

Julian Alaphilippe è il grande sconfitto della prova in linea uomini élite di Innsbruck 2018. Indicato da tutti come il principale favorito per la conquista della maglia iridata al pari di Alejandro Valverde (Spagna), il capitano della selezione francese non è riuscito a capitalizzare il forcing dei compagni sulla salita finale di Gramartboden, perdendo le ruote del gruppetto di sei uomini che si era formato dopo il primo attacco operato da Michael Woods (Canada). Dopo aver scollinato con quasi 30 secondi dal terzetto composto dal canadese, dal connazionale Romain Bardet e da Valverde, l’alfiere della Quick-Step Floors non ha potuto sfruttare neppure le sue abilità di discesista per provare a rientrare, dovendosi così accontentare di un ottavo posto finale che non può certo lasciarlo soddisfatto.

“Sono deluso e non ho scuse – ha ammesso a Cyclingnews – l’ultima salita si è rivelata troppo dura per me. Non avevo più niente nelle gambe, fino a quel momento era andato tutto per il verso giusto ma sono esploso e ho perso troppe energie. Non potevo più rientrare. È stata una giornata davvero difficile come mi aspettavo, e sono orgoglioso di come la nostra nazionale l’abbia interpretata. Mi dispiace per non aver conquistato la maglia iridata, ma sono felice per la prestazione di Bardet che è riuscito almeno a portare a casa una medaglia”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.