© Elen Rius/Team Arkéa Samsic

Etoile de Bessèges 2021, bicchiere mezzo pieno per Nacer Bouhanni: “Volevo mettermi alla prova”

Nacer Bouhanni è apparso particolarmente brillante oggi alla Etoile de Bessèges 2021. L’arrivo di Bellegarde ha messo in evidenza le doti anche di finisseur del velocista francese della Arkéa-Samsic, ma alla fine si è dovuto arrendere alla maggior brillantezza del rivale Christophe Laporte. Si tratta di un inizio di stagione incoraggiante per il 30enne ex Cofidis che l’anno scorso aveva chiuso la stagione in crescita vincendo Gp d’Isbergues e Paris-Chauny. Con una cronosquadre da disputare non sarà facile rimanere in classifica fino alla fine, ma tutto è possibile.

“Ho ispezionato ieri il finale di questa prima tappa. Sapevo che la salita sulla Route de la Tour era più favorevole agli scattisti che ai velocisti ma volevo comunque mettermi alla prova – ha affermato dopo il traguardo – Ho provato nel finale per questo motivo”.

Ripercorre quindi così il finale: “C’era molto movimento ai piedi dell’ultimo strappo. Volevo ottenere un grande traguardo, fare la differenza. È stato un grande sforzo sulla parte più dura della salita. So che quando sono in buona forma – perché sono di corporatura leggera – posso esprimermi su questo tipo di arrivi”.

Oggi è andata male ma ci saranno altre occasioni: “Sono confortato dal mio stato di forma – conclude – ma anche sulle opportunità che dovrebbero presentarsi per i velocisti di questa edizione dell’Étoile de Bessèges”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.