© UCI

Record dell’Ora, Filippo Ganna: “Va programmato tutto per bene, è qualcosa che richiede uno sforzo incredibile. Vedremo in futuro”

Non è ancora tempo per Filippo Ganna di puntare al Record dell’Ora. Intervenuto al Festival dello Sport di Trento, il campione del mondo delle prove a cronometro e campione olimpico nell’inseguimento a squadre ha ovviamente ammesso di pensare a battere il record fissato da Victor Campenaerts, che nel 2019 ha fatto registrare 55,089, ma ha aggiunto che ciò non avverrà nell’immediato futuro. Il 25enne della Ineos Grenadiers, che si sta preparando per i Mondiali su pista di Roubaix, ha aggiunto di aver già fatto una prova a Montichiari, durata mezz’ora, ma che per uno sforzo del genere le cose devono essere programmate alla perfezione.

“Ho provato a Montichiari dopo un periodo d’altura dopo il Giro, ma è durato solo 30 minuti, ed è stato davvero faticoso – le parole di Ganna, riportate dalla Gazzetta dello Sport – Ho capito che va programmato tutto per bene, è qualcosa che richiede uno sforzo incredibile. Vedremo in futuro, ne parleremo più avanti. Speriamo un giorno di stappare una buona bottiglia di rosè per festeggiare…”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *